VeraTV

Renzo Bossi in Riviera

Renzo Bossi in Riviera
maggio 05
11:19 2011

Sceso in politica in sordina, criticato perché figlio di, Renzo Bossi ha dovuto scrollarsi di dosso molte etichette per risultare credibile. Eppure oggi, a circa due anni dal primo incarico ufficiale come consigliere regionale della Lombardia, il figlio di Umberto è un giovane dalla dialettica ben lontana dai giri di parole del politichese. Con parole schiette, sul modello del papà, ha conquistato questa mattina la platea “verde” che sedeva in sala consiliare. Un big del Carroccio per sostenere la lista sambenedettese con a capo Carlo Fidanza che ha tenuto in mano le redini del confronto mattutino, sostenendo che la compagine della Lega mira al 4%. Una percentuale che potrebbe essere nelle corde del partito del senatur. Tornando all’incontro con Renzo Bossi, il giovane consigliere regionale ha parlato di numerosi argomenti, in primis del federalismo municipale tanto caro alla Lega.
In vista delle elezioni amministrative, il figlio del senatur che correrà per il Pirellone di Milano con sindaco Letizia Moratti, ha parlato di due questioni chiave per San Benedetto, la pesca e la direttiva Bolkstein per la messa all’asta degli chalet, accogliendo la richiesta dell’Itb di un prossimo incontro.
Insomma Bossi junior si stacca di dosso l’etichetta di trota, dimostrando di non essere muto come un pesce, ma politicamente in ascesa e capace di discutere anche di questioni internazionali come la guerra in Libia.
E ora si parte a Milano con l’ascesa al Pirellone e a San Benedetto con la conquista di preziosi posti in consiglio comunale.

Condividi su:
Renzo Bossi in Riviera - panoramica

Sintesi: L'esponente delle Lega Nord a supporto del candidato sindaco Bruno Gabrielli

Articoli simili

VIVI 300×250
TERCAS banner 300×90
pubblicità