VeraTV

Al via la prima edizione di “Forme Libere di-versi”

Al via la prima edizione di “Forme Libere di-versi”
maggio 07
13:11 2011

Sperimentare e combinare l’arte poetica con le nuove tecnologie multimediali e informatiche più diffuse tra le giovani generazioni: è quanto si propone il nuovo progetto della Provincia “Forme libere di-versi” promosso dall’Assessorato alla Cultura e finanziato dalla Regione Marche. I contenuti dell’iniziativa sono stati illustrati, stamani, a Palazzo San Filippo, dall’Assessore alla Cultura Andrea Maria Antonini, dal direttore creativo Carlo Bachetti, dai docenti prof. Antonio D’Isidoro, Francesco Spigonardi, Maria Grazia Calvani e Gianluca Pulsoni. Presenti anche i responsabili dell’associazione “Blow up” e della rivista culturale “UT” di S. Benedetto del Tronto, tra cui, il direttore Massimo Consorti .

Il progetto, frutto dell’Accordo di Programma Quadro “Giovani. Ri-cercatori di senso” siglato, negli anni scorsi, dalla Regione Marche e il Ministero per le Politiche Giovanili mira a valorizzare l’inventiva dei giovani attraverso un innovativo mix di arte, pittura, fotografia e web.

Il percorso didattico si snoderà in 5 laboratori-studio: Poesia & New-Media, Poesia Animata, Poesia Visiva, Poesia & Paesaggio Fotografico, Video Poesia, che prenderanno il via lunedì 16 maggio (ore 16) nella sala consiliare di Grottammare con la sezione di “Videopoesia” a cura di Gianluca Pulsoni e dell’associazione “Blow up”.

Mercoledì 18 maggio, ad Ascoli, presso la Biblioteca “Ugo Toria” (ore 17) è in programma il secondo laboratorio dal titolo “Poesia e new media” a cura del dott. Alessandro Centinaro che guiderà i ragazzi nelle dinamiche della poetica e la sua influenza sulla comunicazione. Nel mese di maggio si terranno altri incontri tenuti dal prof. Antonio D’Isidoro e dal poeta Guido Monti. Altri tre seminari sono poi in programma tra fine mese ed inizi giugno.

“Si tratta di un’iniziativa ricca di significati – ha dichiarato l’Assessore Antonini – che intende spiegare, soprattutto alle giovani generazioni, l’arte poetica attraverso una innovativa veste creatrice. Alla base dell’idea progettuale – ha proseguito l’Assessore – c’è, di fatto, la volontà non solo di valorizzare e approfondire la conoscenza del vasto patrimonio poetico contemporaneo, ma anche di incentivare e promuovere la creazione e la rappresentazione di nuove forme espressive”.

“E’ la certamente la tecnologia ad ispirare i passaggi cardine del progetto che nasce e si sviluppa nell’indagine dei più noti cambiamenti multi mediatici introdotti dalle recenti rivoluzioni culturali e sociali” ha spiegato il direttore creativo Carlo Bachetti.

Condividi su:
Al via la prima edizione di “Forme Libere di-versi” - panoramica

Sintesi: Arte, web, poesia: gli ingredienti del nuovo progetto culturale promosso dalla Provincia di Ascoli Piceno

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it
Nepi banner 300×90
pubblicità