VeraTV

Monteprandone – Il Comune di Monteprandone espone i suoi tesori all’interno di uno degli eventi clou

Monteprandone – Il Comune di Monteprandone espone i suoi tesori all’interno di uno degli eventi clou
maggio 21
16:30 2011

Nella mostra dedicata a Vittore Crivelli e inaugurata ieri a Sarnano svettano quattro pale su legno facenti parte di un antico e preziosissimo polittico realizzato dal noto artista nella prima metà del ‘400.
Nella stessa sala, accanto al polittico, sono stati esposti in una teca anche due codici concessi dal Museo dei Codici di San Giacomo della Marca. Nello specifico si tratta di un codice autografo dello stesso Santo e di un breviario utilizzato durante i lunghi viaggi per le predicazioni.
La mostra, curata da Alessandro Dei Priori e da Francesca Coltrinari, è composta da più di 40 opere, per uno studio completo sull’arte rinascimentale sviluppatasi fra Ascoli, Fermo e Camerino.
La storia relativa al polittico di Monteprandone è ricca di misteri e colpi di scena, ma poco a poco e grazie al lavoro dei curatori della mostra, l’opera si sta ricomponendo come in un puzzle.
Il polittico infatti rimase sull’altare maggiore della Chiesa Collegiata di Monteprandone fino alla fine del ‘700, poi venne smembrato e un pezzo fu acquistato dall’allora curato di Ripatransone mentre l’altro rimase sull’altare in forma di trittico.
Nel 1844 però l’opera scomparve improvvisamente e solo 40 anni più tardi venne rinvenuta presso il “Victoria and Albert Museum di Londra” assieme alle cuspidi superiori. Sul finire del secolo il trittico venne svenduto di nuovo, due parti finirono prima in una collezione privata in America e poi presso il “Chrysler Museum of Art” di Norfolk in Virginia.
L’opera successivamente è ricomparsa nel 1960, ancora in forma di trittico, ed è stata battuta all’asta da Christie’s dove se l’è aggiudicata un antiquario italiano che l’ha divisa in tre parti e l’ha venuta di nuovo.
I curatori della mostra di Sarnano però sono riusciti a raggiungere un collezionista di Monaco che ha acquistato una parte e che ha accettato di concedere l’opera per l’esposizione marchigiana mentre qualche giorno fa è arrivata la telefonata di un altro collezionista che ha dichiarato di possedere la parte centrale del polittico e cioè la Madonna col bambino.
“Ci sono tutti i presupposti – afferma Alessandro Dei Priori- affinché pezzo dopo pezzo e ricerca dopo ricerca l’opera possa essere completamente ricomposta”.
Gli fa eco il Sindaco di Monteprandone Stefano Stracci che si è recato a Sarnano col Responsabile dell’Ufficio Cultura Fernando Ciarrocchi e che ammette che “il polittico è parte integrante del patrimonio storico-artistico di Monteprandone”. “Sarebbe bello poter esporre, anche solo temporaneamente il polittico a Monteprandone -dichiara Stracci- e la speranza è di riuscirci anche con il coinvolgimento di qualche ente per raggiungere un importante risultato per il nostro territorio e per il mondo dell’arte in generale”.

Condividi su:
Monteprandone – Il Comune di Monteprandone espone i suoi tesori all’interno di uno degli eventi clou - panoramica

Sintesi: Il giallo del polittico di Monteprandone di Vittorio Crivelli: alla ricerca delle tavole per ricomporre l'opera

Articoli simili

Zibaldo 2banner 300×250
Banner 300×250 Zibaldo.it
TERCAS banner 300×90
pubblicità