VeraTV

Moto Mondiale – Minacce per Marco Simoncelli

Moto Mondiale – Minacce per Marco Simoncelli
maggio 31
18:06 2011

Pochi giorni ancora e si scende di nuovo in pista per il quinto atto della stagione 2011 delle moto. Ma a Barcellona la tensione è già alta, perché per uno dei protagonisti della Motogp la settimana che porta al gran premio di Catalogna è tutt’altro che serena: Marco Simoncelli, infatti, avrebbe ricevuto minacce personali gravi. La notizia, che arriva da ambienti giornalistici spagnoli, è stata confermata dal team manager del pilota italiano, Fausto Gresini, secondo il quale Simoncelli sarebbe stato minacciato proprio in vista della gara che si svolgerà domenica prossima sul circuito del Montmelò, alle porte della città catalana. A quanto pare alcuni facinorosi tifosi spagnoli non hanno gradito l’esuberanza in pista di Marco Simoncelli, soprattutto dopo l’incidente del Gp di Francia, quando l’italiano è stato accusato di aver causato la caduta dell’iberico Dani Pedrosa (Honda) dopo un sorpasso molto deciso. Mentre su facebook e su altri social network crescono i gruppi e le pagine in lingua spagnola che inneggiano all’espulsione di Simoncelli dal mondiale, allo straccio della licenza, fino alle minacce, il pilota con molta probabilità dovrà presentarsi al circuito scortato. Se così fosse sarebbe una prima inedita nel mondo del motociclismo. Gli unici a dover usare dei body guard, fino a questo momento sono stati Max Biaggi e Valentino Rossi, ma solo per eccesso di popolarità, mai per problemi reali di sicurezza. Intanto, nell’attesa della gara, i team protagonisti della classe regina stanno sviluppando le moto del prossimo anno. Due le nuove mille impegnate in queste settimane che hanno seguito il Gp della Francia. Si tratta della Honda e della Ducati, guidate rispettivamente da Casey Stoner e da Valentino Rossi. Per l’australiano, il teatro della prova è stato il circuito di Jerez, mentre il nove volte campione del mondo ha provato al Mugello, pista sulla quale si correrà a inizio luglio. “Il Gran Premio di Catalunya – ha detto Valentino Rossi – è uno dei più belli della stagione per tanti motivi: Barcellona è una città stupenda, il circuito è molto bello, probabilmente il mio preferito dopo il Mugello, sulle tribune c’è sempre un pubblico fantastico, appassionato e numeroso come in tutte le gare spagnole. Sono molto contento di tornarci visto che l’anno scorso ho guardato la gara da casa. Ô un tracciato dove sono sempre andato molto forte e quindi ho tanti bei ricordi, come l’ultimo, la vittoria del 2009 dopo un gran duello con Lorenzo. Ci arriviamo motivati perché stiamo lavorando moltissimo sulla moto e vediamo che, passo dopo passo, facciamo dei progressi. Sappiamo che c’è ancora da fare, ma dobbiamo continuare su questa strada e cercare di avvicinarci ai primi”.

Condividi su:
Moto Mondiale – Minacce per Marco Simoncelli - panoramica

Sintesi: A Barcellona sale la tensione

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it
PicenAmbiente banner 300×90
pubblicità