VeraTV

Calcioscommesse – Quadrini, “non c’entro, nei guai per Paoloni”

Calcioscommesse – Quadrini, “non c’entro, nei guai per Paoloni”
giugno 09
16:50 2011

Il calciatore del Sassuolo Quadrini é stato ascoltato per oltre un’ora dal pm Mario Ardigò in procura a Roma. Con lui ha ricostruito le varie tappe della vicenda che lo ha coinvolto spiegando in sostanza di essere estraneo ai fatti e di essere stato “messo nei guai da Marco Paoloni”, portiere del Benevento coinvolto nell’inchiesta della Procura di Cremona. “Quadrini il 29 aprile scorso – spiega l’avvocato Massimo Ciardullo che assiste il calciatore- è stato raggiunto da una telefonata, da parte di un tal Massimo di Pescara che gli intimava di restituirgli 36 mila euro, debito dovuto ad una scommessa effettuata. Ma bisogna subito dire che Quadrini non ha mai fatto alcuna scommessa ed ha cercato anche di spiegarlo al misterioso interlocutore, il quale non si è perso d’animo e gli ha spiegato ‘Ti ha messo nei guai Marco Paoloni”. Per l’avvocato il ‘Massimo’ che chiamò il mio assistito era sicuramente Erodiani, dentista, una delle figure chiave dell’inchiesta della Procura di Cremona”. Per quanto riguarda i rapporti con Paoloni, Quadrini ha dichiarato di conoscerlo “da circa 8 anni”. “Abbiamo militato insieme nel Teramo calcio e d’estate abbiamo la casa nella stessa località di vacanza in Sardegna. Dopo aver ricevuto le chiamate e gli sms di minacce lo chiamai. Tra le lacrime mi chiese scusa, mi spiegò che era disperato e che mi aveva messo in mezzo”. Quadrini non nasconde i problemi che questa storia gli sta creando. “Mi ha procurato un danno gravissimo perché – conclude – sono in scadenza di contratto e la società sta aspettando che si chiarisca questa storia”.

Condividi su:
Calcioscommesse – Quadrini, “non c’entro, nei guai per Paoloni” - panoramica

Sintesi: "Tra le lacrime mi chiese scusa e mi disse che era disperato"

Articoli simili

Zibaldo 2banner 300×250
Banner 300×250 Zibaldo.it
TERCAS banner 300×90
pubblicità