VeraTV

Referendum – L’ultima volta quorum superato nel 1995

Referendum – L’ultima volta quorum superato nel 1995
giugno 13
15:56 2011

E’ uno strumento di democrazia diretta, consente cioè agli elettori di fornire – senza intermediari – il proprio parere, o la propria decisione, su un tema oggetto di discussione. In Italia il referendum abrogativo è previsto dall’art. 75 della Costituzione e prevede l’abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali. Hanno diritto di partecipare al referendum tutti i cittadini chiamati ad eleggere la Camera dei deputati. Solo in caso di modifiche alla Costituzione può essere indetto un referendum costituzionale (art. 138 Cost). Inoltre la Costituzione italiana prevede referendum nel caso della fusione di Regioni esistenti o della creazione di nuove Regioni (art. 132 c. 1) e nel caso di passaggio da una Regione ad un’altra di Province o Comuni (art. 132 c.2) Infine, la Costituzione prevede, all’articolo 123, che gli statuti regionali regolino l’esercizio del referendum su leggi e provvedimenti amministrativi della Regione. Inoltre, nel 1989 una legge costituzionale ha consentito che, in occasione delle elezioni del Parlamento europeo, si votasse anche per un referendum consultivo riguardante il conferimento del mandato costituente al Parlamento europeo.

Condividi su:
Referendum – L’ultima volta quorum superato nel 1995 - panoramica

Sintesi: La parola referendum riprende il gerundio latino del verbo 'refero', 'riferisco' e indica comunemente lo strumento attraverso cui il corpo elettorale viene consultato direttamente su temi specifici

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it
Nepi banner 300×90
pubblicità