VeraTV

Ascoli Piceno – A fine luglio si deciderà sul futuro della Manuli

Ascoli Piceno – A fine luglio si deciderà sul futuro della Manuli
luglio 08
10:18 2011

Ieri a Roma, presso il Ministero dello Sviluppo Economico c’erano davvero tutti: il sindaco di Ascoli Guido Castelli, il presidente della provincia Piero Celani, Montanini, in delegazione della Regione Marche, il direttore dello stabilimento Manuli e, naturalmente, loro, i sindacati, che da mesi stanno lottando per salvaguardare l’occupazione facente capo all’azienda milanese.
Una vicenda complicata, alla quale si sta lavorando per porre fine, i maniera, si spera, definitiva, alla messa in mobilità di 177 lavoratori, di cui 125 già in cassa integrazione e 52 in produzione.
Sul fronte della riunione romana, bocche rigorosamente cucite, anche se, fanno sapere i sindacati, ci sarebbe stata una cauta apertura da parte dell’industria milanese, a valutare la possibilità di concedere ulteriori 8 mesi di cassa integrazione.
Il gruppo Manuli, infatti, ha ribadito di voler continuare la produzione nella sede di Campolungo, occupando al massimo 160 lavoratori dipendenti, e, per il momento, sembra manchi l’intenzione di ampliare il numero degli operai.
Nulla di nuovo, visto che la questione assunzioni era già stata definita al momento della sottoscrizione dell’accordo, nell’ottobre del 2009.
La provincia di Ascoli, si dice pronta a promuovere un ulteriore tavolo tecnico con le istituzioni, per studiare presente e futuro dei lavoratori, con particolare attenzione alla creazione di corsi, in gran parte già avviati.
La questione, per il momento, è rimandata a fine luglio, quando la Manuli incontrerà solo i sindacati, per decidere sul futuro del sito ascolano.
Tuttavia, qualora i dipendenti manifestino ancora la volontà di muoversi per vie legali, l’azienda milanese ha fatto capire, questa volta molto chiaramente, che chiuderà ogni tipo di rapporto con il Piceno.

Condividi su:
Ascoli Piceno – A fine luglio si deciderà sul futuro della Manuli - panoramica

Sintesi: Summit a Roma sulla questione Manuli: la multinazionale vuole restare nel piceno ma fissa alcune condizioni non troppo interessanti per i lavoratori.

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Nepi banner 300×90
pubblicità