VeraTV

Droga – Dpa promuove community per combattere le dipendenze

Droga – Dpa promuove community per combattere le dipendenze
luglio 26
13:14 2011

‘Conoscere, Condividere, Costruire’: una Community scientifica per il futuro. Questo, il titolo dell’evento presentato questa mattina, presso la sala Polifunzionale di Palazzo Chigi. L’evento, promosso dal Dipartimento per le Politiche Antidroga (Dpa), in collaborazione con l’UNICRI e il ministero della Salute, mira a riunire in un contesto istituzionale tutti i professionisti che a vario titolo operano nel settore delle dipendenze per individuare e condividere nuove strategie, modelli d’intervento e linee di ricerca. La nuova Scientific Community nasce dal Dpa con il patrocinio di tutte le più importanti federazioni ed ordini professionali nell’ambito sanitario. Tra gli interventi, quello del direttore National Institute on Drug Abuse (NIDA), Nora Volkow, e di Kevin Sabet consigliere della Casa Bianca dell’ufficio antidroga statunitense. Si tratta di una iniziativa – spiega il Dpa – che coinvolge un partner come l’Unicri e che colloca il progetto della Community in una struttura intergovernativa come l’ONU e permetterà di conservarne l’indipendenza e la dimensione “super partes”, assicurandone il necessario rigore scientifico e metodologico. La Community è patrocinata, tra gli altri, dalla Società Italiana di Neuroscienze. La Community propone diversi strumenti e ambiti di intervento quali: l’Italian Journal of Addiction, la National School on Addiction, una newletter mensile e aggiornata con i più importanti studi internazionali sulle dipendenze e gli international groups nei quali si collocano gli accordi di collaborazioni scientifiche internazionali come quello siglata nei giorni scorsi con il NIDA e quello delle scorse settimane tra il Governo Italiano e quello Americano. “L’obiettivo principale della Community è quello di promuovere una nuova visione e un nuovo orientamento alle dipendenze, partendo dalle evidenze scientifiche nell’ambito delle neuroscienze, con un approccio multidisciplinare che tenga conto sia degli aspetti neurobiologici sia di quelli medici – spiega il capo del Dpa, Giovanni Serpelloni – psicologici, educativi, sociali, nonché economici che l’uso di sostanze stupefacenti comporta. Il futuro non può che trovare sviluppo attraverso la valorizzazione dell’esperienza dei nostri operatori, la ricerca più avanzata e un approccio multidisciplinare al problema”. “Il progetto – aggiunge il senatore Carlo Giovanardi – attraverso una serie di strumenti multidisciplinari, può fare formazione e dare informazione scientifica nel campo della droga. La Community scientifica nazionale è formata da vari professionisti del settore delle dipendenze. Ô ed in questo ambito che saranno istituiti programmi di formazione presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione per gli operatori del settore”.

Condividi su:
Droga – Dpa promuove community per combattere le dipendenze - panoramica

Sintesi: Piunisce professionisti per trovare nuove strategie

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità