VeraTV

Cagli – Furti d’arte, Comune mette “taglia” 5 mila euro

Cagli – Furti d’arte, Comune mette “taglia” 5 mila euro
ottobre 11
16:48 2011

Una taglia di 5.000 euro sui responsabili di un furto d’arte messo a segno nella chiesa di San Francesco a Cagli, dove è sparita una statua lignea settecentesca del Bambino Gesù in braccio a sant’Antonio. La annuncia il Comune che promette di dare la somma anche a chi fornirà informazioni utili per recuperare la scultura, oppure altri beni trafugati nel corso del 2011: l’intera teca in cristallo del reliquiario dalla chiesa di Santa Chiara e i preziosi calici della Cattedrale. Per impadronirsi del Bambino Gesù (lungo circa 45 centimetri, in legno policromo), riportato in chiesa lo scorso aprile, i ladri si sono arrampicati sull’altare e sulla base della statua, per poter sganciare il perno che la agganciava a quella in stucco di sant’Antonio. Probabilmente gli stessi malviventi hanno anche tentato di asportare il fregio centrale intagliato in noce del coro seicentesco della chiesa. Secondo il vice sindaco Alberto Mazzacchera, che ha la delega ai beni e attività culturali, “questi furti sono tra loro collegati dalla presenza di un basista attivo sul territorio. Ora, a quanti forniranno a noi o alle forze dell’ordine informazioni determinanti per il ritrovamento della statua della chiesa di San Francesco, del reliquiario della chiesa di Santa Chiara o dei due calici della Cattedrale di Cagli o notizie volte ad individuare con certezza i responsabili dei furti è garantito un premio non simbolico di 5.000 euro”.

Condividi su:
Cagli – Furti d’arte, Comune mette “taglia” 5 mila euro - panoramica

Sintesi: Per avere notizie su Statua 700, su teca e calici trafugati

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it
Elite supermercati banner 300×90
pubblicità