VeraTV

L’Aquila – Perito, Casa Studente non crollò per la scossa

L’Aquila – Perito, Casa Studente non crollò per la scossa
novembre 05
14:39 2011

“Il terremoto del 6 aprile 2009 non è stata l’unica causa del crollo della Casa dello studente: se l’edificio fosse stato sistemato, adeguato e curato negli anni, in relazione alle leggi che si sono succedute, lo stabile non sarebbe crollato”: questo il verdetto-chiave che emerge dagli studi del perito Maria Gabriella Mulas la quale oggi, al tribunale dell’Aquila, sta illustrando la sua relazione sul crollo della struttura nella quale morirono otto giovani. Commossi i numerosi famigliari delle vittime in aula. La maxi perizia (circa 1.300 pagine), affidata nell’ambito del processo sul terremoto dell’Aquila, risponde a tre quesiti: quali le cause del crollo, quale la rilevanza della scossa delle 3.32 e l’iter amministrativo dell’immobile, dall’edificazione, nel 1965, al crollo, individuando la normativa sismica vigente al momento della realizzazione. Gli avvocati degli imputati e quelli di parte civile hanno annunciato l’intenzione di chiedere al Gup, Giuseppe Grieco, un termine per potere studiare il contenuto del lavoro svolto dal consulente. Un ipotetico rinvio a giudizio, secondo quanto si apprende, difficilmente ci potrà essere prima della metà del prossimo anno. Sotto accusa per omicidio colposo, disastro colposo e lesioni sono undici persone: Claudio Botta, Giorgio Gaudiano, Walter Navarra, Carlo Giovani, Bernardino Pace, Pietro Centofanti, Tancredi Rossicone, Massimiliano Andreassi, Pietro Sebastiani, Luca Valente e Luca D’Innocenzo. Sotto le macerie rimasero uccisi otto giovani: Marco Alviani, Lucia Pia Capuano, Davide Centofanti, Angela Antonia Cruciano, Alessio Di Simone, Francesco Maria Esposito, Hussein Hamade detto “Michelone” e Luca Lunari. Oltre 50 le parti civili che si sono costituite. Nell’aprire l’udienza, il Gup Grieco ha già fissato la data della prossima, il 17 dicembre prossimo.

Condividi su:
L’Aquila – Perito, Casa Studente non crollò per la scossa - panoramica

Sintesi: 'Con adeguamento a leggi l'edificio non avrebbe ceduto'

Articoli simili