VeraTV

San Benedetto – L’industria delle vacanze dice “no” alla centrale

San Benedetto – L’industria delle vacanze dice “no” alla centrale
gennaio 18
20:51 2012

Centrale del gas e tassa di soggiorno rischiano di penalizzare notevolmente l’offerta turistica del territorio Piceno. Questo il tema principale del convegno che si è svolto nella sede dell’IIris. Un meeting dal quale è emerso anche che la Provincia di Ascoli intende portare avanti un turismo ecosostenibile e valorizzare l’immenso patrimonio paesaggistico del Piceno. I mesi estivi non possono salvare l’intera annata dal punto di vista turistico, si deve fare qualcosa in più a detta dell’assessore al turismo della provincia di Ascoli, Bruno Gabrielli.
“Riguardo alla centrale – dice Gabrielli – siamo nettamente contrari a priori perché abbiamo fatto un ragionamento riportato in termini di opportunità turistiche per questa città che è la regina dell’industria delle vacanze marchigiana. Un territorio per il quale aspiriamo ad una destagionalizzazione, con turisti che decidano di scegliere la nostra costa anche in inverno”.
La centrale di stoccaggio del gas insomma sarebbe un’opera impensabile per un territorio che fa del turismo il suo vanto principale e rischierebbe assieme alla tassa di soggiorno di far migrare molti turisti altrove. Tutto mentre gli enti locali stanno spingendo per l’agognata destagionalizzazione: cercando di attirare il popolo dei vacanzieri anche nei mesi invernali e autunnali grazie all’enogastronomia e ai carnevali storici. Un controsenso made in Piceno.

Condividi su:
San Benedetto – L’industria delle vacanze dice “no” alla centrale - panoramica

Sintesi: Gabrielli: "Puntiamo a destagionalizzare"

Articoli simili