VeraTV

Delitto Rea – Accusa e difesa affilano le armi in vista del processo

Delitto Rea – Accusa e difesa affilano le armi in vista del processo
gennaio 23
11:47 2012

Molti indizi ma nessuna prova schiacciante. Tesi confermata anche dall’ultima relazione fornita del Reparto Investigazioni Scientifiche, allegata dalla Procura di Teramo, alla richiesta di giudizio immediato contro Salvatore Parolisi. Oltre mille pagine ricche di analisi tecnico-biologiche su centinaia di reperti che andrebbero a confermare l’impianto accusatorio. Il caporalmaggiore avrebbe agito da solo, perché sulla scena del crimine non sarebbero state trovate tracce significative di terze persone. La prova regina che possa incastrare il militare partenopeo non è stata trovata ed il prossimo 27 febbraio, giorno in cui comincerà il processo a carico di Salvatore, sarà una vera e propria battaglia fra accusa e difesa. Secondo indiscrezioni  i legali Walter Biscotti e Nicodemo Gentile potrebbero chiedere il rito abbreviato per il loro assistito, nell’arco di quindici giorni. Inoltre gli avvocati perugini potrebbero chiedere nuovi accertamenti sull’ora della morte e sui telefoni cellulari ma non è escluso che la richiesta potrebbe essere negata, come avvenuto nei mesi scorsi. Nell’impianto accusatorio, infatti, particolare importanza viene data al telefono di Melania che, secondo gli esperti del Ros e secondo la perizie disposta dalla procura, dalle 14.30 alle 15 del 18 aprile avrebbe agganciato solo e sempre la cella di Ripe di San Marco. Sulla localizzazione dell’apparecchio, però, grava una questione tecnica rilevante: in quella zona, infatti, si verifica un sovraccarico delle celle che non consente di avere una certezza matematica dei dati riguardanti l’aggancio degli impianti da parte degli apparecchi. E mentre accusa e difesa affilano le armi, dal carcere di Castrogno dove è detenuto dallo scorso 19 luglio, Salvatore continua a gridare la sua innocenza, ribadendo di avere il diritto di vedere la figlia Vittoria.

Condividi su:
Delitto Rea – Accusa e difesa affilano le armi in vista del processo - panoramica

Sintesi: Salvatore Parolisi sarà in aula il prossimo 27 febbraio

Articoli simili

Zibaldo 2banner 300×250
Banner 300×250 Zibaldo.it
TERCAS banner 300×90
pubblicità