VeraTV

L’Aquila/Stupro – La vittima ascoltata dai Pm per la prima volta

L’Aquila/Stupro – La vittima ascoltata dai Pm per la prima volta
marzo 02
12:48 2012

Dopo aver lasciato prima delle otto di stamani il reparto di ginecologia dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila la studentessa laziale vittima di una grave violenza sessuale in una discoteca dell’Aquilano è stata ascoltata nel tribunale dell’Aquila dal pm titolare dell’inchiesta, David Mancini. E’ stata la prima volta che la giovane, arrivata in tribunale con il massimo riserbo, è comparsa davanti al magistrato. Finora non è stato possibile ascoltarla per le gravi ferite subite ma soprattutto per il grave choc psicologico per il quale la giovane non ricorda nulla del grave fatto, motivo per il quale non ha potuto presentare querela. Non si conosce, per il momento, il contenuto della deposizione. L’inchiesta che ha avuto impulso per la denuncia della madre, ha portato all’arresto, dopo dieci giorni di indagine, del 21enne Francesco Tuccia, militare originario della provincia di Avellino, di stanza al 33esimo reggimento artiglieria Acqui dell’Aquila. L’accusa è di tentato omicidio e violenza sessuale aggravata. Sulla vicenda, la giovane, in ospedale, come unica reazione, ha affermato in un momento di sfogo davanti alla madre: "mi volevano uccidere". Dopo quanto avvenuto nella notte tra l’11 e il 12 febbraio scorsi, i sospetti erano caduti, oltre che sul giovane militare, su due suoi commilitoni, un campano e un aquilano, e una ragazza, minorenne e fidanzata di quest’ultimo, poi dichiarati estranei ai fatti dai carabinieri.

Condividi su:
L’Aquila/Stupro – La vittima ascoltata dai Pm per la prima volta - panoramica

Sintesi: La ragazza ha lasciato questa mattina l'ospedale

Articoli simili

Zibaldo 2banner 300×250
Banner 300×250 Zibaldo.it
TERCAS banner 300×90
pubblicità