VeraTV

Delitto Rea – I macedoni scagionati dall’esame del dna

Delitto Rea – I macedoni scagionati dall’esame del dna
aprile 07
12:39 2012

Le due formazioni pilifere repertate sulla manica sinistra della giacca di Melania Rea, non sarebbero compatibili con il dna dei tre operai di nazionalità macedone. E’ questa l’ultima e clamorosa indiscrezione sul massacro avvenuto nel Bosco delle Casermette il 18 aprile del 2011 che, qualora trovasse riscontro oggettivo, potrebbe ribaltare completamente le carte poiché la traccia di dna maschile rinvenuta sull’indumento della giovane, sarebbe una delle poche non riconducibili al marito, Salvatore Parolisi. L’esito sarebbe giunto da una prima comparazione compiuta nella Capitale, all’interno dei laboratori dei carabinieri del Ris, su richiesta del Gip di Teramo, Marina Tommolini. I movimenti degli operai di nazionalità macedone, subentrati a sorpresa nel processo, finirono nel mirino della Procura di Teramo qualche giorno dopo il delitto, poiché i cani molecolari, nel corso delle ricerche, si diressero verso la loro auto, parcheggiata sul Piano di Colle San Marco. I segugi fiutarono tracce della vittima nei pressi della Fiat Bravo di colore blu che, nell’aprile scorso, venne sequestrata e perlustrata dai carabinieri, a caccia di tracce che potessero ricondurre alla mamma partenopea. Inoltre, oltre alla perquisizione del cantiere edile dove i tre lavoravano, vennero perquisite le loro abitazioni a Colli del Tronto. Operazioni che diedero esito negativo visto che gli accertamenti disposti dalla procura esclusero ogni loro possibile presenza sul luogo del delitto. Tesi supportata anche dalle telecamere di un bar, che avrebbero fotografato i macedoni mentre, a bordo di un furgone, si spostavano per trasportare del materiale. Mosse che avvennero tra le 14.30 e le 15 del 18 aprile, nello stesso orario in cui la signora Parolisi veniva massacrata con oltre 30 coltellate. Intanto il sindaco di Civitella del Tronto ha annunciato che la pineta delle Casermette, definita anche il Bosco dell’orrore, diventerà presto un "Parco-avventura" per far si che la zona torni ad essere un ‘area a misura di famiglie.

Condividi su:
Delitto Rea – I macedoni scagionati dall’esame del dna - panoramica

Sintesi: Sembra che la traccia trovata sulla giacca di Melania non sia compatibile con l'esame genetico dei tre

Articoli simili