VeraTV

Ascoli/Calcioscommesse – Deferita la società bianconera e tre atleti

Ascoli/Calcioscommesse – Deferita la società bianconera e tre atleti
maggio 09
11:53 2012

Le anticipazioni trovano conferma nei deferimenti. Il terremoto sta per iniziare: tre società di A deferite, per rendere l’idea rinviate a giudizio in relazione alla prima parte dell’inchiesta giudiziaria della Procura della Repubblica di Cremona per il Calcioscommesse. Ufficializzati in mattinata i deferimenti firmati ieri dal procuratore federale Stefano Palazzi. Coinvolte in serie A Atalanta, Novara e Siena, confermata l’estraneità del Chievo. In serie B deferite: AlbinoLeffe, Ascoli, Pescara, Empoli, Grosseto, Livorno, Modena, Padova, Reggina e  Sampdoria. Il quadro dei rinvii a giudizio si completa con Ancona, Aversa, Cremonese, Frosinone, Monza, Piacenza, Ravenna, Rimini e Spezia. Tra i tesserati, a parte i soliti nomi: Doni, Paoloni, Micolucci, Santon, Santoni e  Gervasoni, spiccano le new entry Acerbis, Cossato, Cristante, Italiano. Capitolo Ascoli. La società bianconera, come si temeva, è stata deferita. Rinviati a giudizio anche gli atleti Alex Pederzoli, Alessandro Sbaffo e Juri Tamburini. Il club bianconero così come tutte le altre società coinvolte, nel peggiore dei casi, è molto probabile che non vedano intaccata la stagione sportiva in corso. Visti i tempi, infatti, è quasi certo che l’afflittività, penalizzazioni, squalifiche ect vengano applicate dalla prossima stagione. Dunque, promozioni e retrocessioni, molto probabilmente non saranno alterate, le classifiche resteranno immutate. I conti si faranno a partire dai prossimi tornei. L’Ascoli si ritrova dunque nuovamente davanti alla corte sportiva dopo aver già pagato pesantemente per il comportamenti di suoi tesserati, proprio le dichiarazioni fiume di uno di loro, Vincenzo Micolucci, sarebbero la base sulla quale poggia il nuovo deferimento del club bianconero e di tre suoi atleti. 

Condividi su:
Ascoli/Calcioscommesse – Deferita la società bianconera e tre atleti - panoramica

Sintesi: Nell'inchiesta sono coinvolte 22 società tra A, B, Lega Pro e Dilettanti

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità