VeraTV

San Benedetto – Via Pasqualetti è una latrina, Fanini promette la riapertura dei bagni

San Benedetto – Via Pasqualetti è una latrina, Fanini promette la riapertura dei bagni
agosto 22
18:34 2012

Se da un lato l’amministrazione chiede ai locali notturni di procurarsi bagni chimici per evitare che le strade del centro diventino latrine a cielo aperto, dall’altro però tiene chiusi da anni i servizi pubblici di via Olindo Pasqualetti, un parco frequentato da tanti bambini, pensionati e turisti.

Così non è raro vedere muri che diventano toilette e di conseguenza i cattivi odori sono all’ordine del giorno, specie nel tratto di pista ciclabile che costeggia la ferrovia. E diverse sono le lamentele di residenti e turisti che chiedono spiegazioni del disservizio all’amministrazione.

Il Comune sembra essere cosciente del problema, che dice di voler risolvere a fine estate. Il tutto dopo aver valutato le proposte arrivate sia da parte di Rfi, che gestisce anche i bagni della vicina stazione che da altre associazioni cittadine di pensionati.

Quei servizi pubblici rimessi a nuovo nel periodo della riqualificazione di via Pasqualetti sono restati con le saracinesche abbassate per due ordini di motivi, uno economico e l’altro di sicurezza. Con i bagni che spesso diventavano ricovero di tossicodipendenti.

Il vicesindaco Fanini non nasconde il problema, e se da un lato rimprovera la maleducazione di chi fa i bisogni all’aperto, dall’altro dice che lui stesso sta cercando una soluzione: "Dopo l’estate andranno valutate le proposte in arrivo dalle Ferrovie e da alcune associazioni, nella speranza di poter riattivare al più presto il servizio a costi accessibili"

San Benedetto – Via Pasqualetti è una latrina, Fanini promette la riapertura dei bagni - panoramica

Sintesi: Intanto montano le proteste di chi frequenta il parco

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

PicenAmbiente banner 300×90
pubblicità