VeraTV

Giulianova – Il coordinatore provinciale dei Verdi, Marsili: “No alla cementificazione della collina

Giulianova – Il coordinatore provinciale dei Verdi, Marsili: “No alla cementificazione della collina
ottobre 05
11:27 2012

La compagine politica al potere ha posto le basi per cementificare la collina dello Splendore. E’ la conclusione a cui è giunta la Federazione Provinciale dei Verdi per la Costituente Ecologista. "In modo molto sottile e artificioso – dichiara il coordinatore Provinciale Giuliano Marsili – ci si prepara a consumare uno scempio, quello di una collina protetta da anni dagli ambientalisti e che si prepara, nonostante un vincolo ambientale primario, a ricevere un’invasione di cemento". Secondo quando accertato dai tecnici della Federazione Ecologista, l’intera collina sarà divisa in lotti da 5000 mq sui quali si potranno realizzare ville e pertinenze, operazione che permetterà ai pochi possessori dei terreni di arricchirsi a danno di una delle più belle colline vista mare. Gli ambientalisti sono sul piede di guerra e si preparano ad una battaglia senza precedenti che prevede, tra le varie iniziative, la raccolta delle firme per impedire questo ulteriore scempio del territorio e i ricorsi al Tribunale Amministrativo e al Ministero dell’Ambiente. "La cosa più sconcertante – continua Marsili – è che la maggioranza al governo, quasi tutta di colore centrosinistra e Partito Democratico, abbia ceduto alla cementificazione, quando invece in campagna elettorale aveva garantito l’ecosostenibilità, e che l’assessore all’ambiente, persona che io stimo, non sia stato capace di difendere il territorio, una maggioranza che, pur di procedere a concludere l’iter di questo nuovo PRG cementificatore , non si è sdegnata di fare accordi con la peggiore destra del paese". Sulla collina dello Splendore, a quanto accertato dagli ecologisti, vivono una grande varietà di specie vegetali anche protette e una complessa avifauna e su queste prime motivazioni si baserà l’opposizione degli ambientalisti, oltre alla dimostrazione di un probabile dissesto idrogeologico. "Non mi meraviglio più di cosa sia capace la classe politica Giuliese – conclude il responsabile provinciale degli ambientalisti – basti pensare di come il consigliere regionale Claudio Ruffini abbia votato a favore della destra al governo della Regione per ridurre l’area della riserva naturale del Borsacchio, che permetterà la cementificazione del quartiere Annunziata e con il quale voto si è guadagnato l’appartenenza alla ribattezzata banda dei 26, in riferimento ai Consiglieri che hanno votato contro il Borsacchio, Api, Fli e Rialzati Abruzzo".

Condividi su:
Giulianova – Il coordinatore provinciale dei Verdi, Marsili: “No alla cementificazione della collina - panoramica

Sintesi: "E'uno scempio, una collina protetta da anni dagli ambientalisti che si prepara a ricevere un’invasione di cemento"

Tags

Articoli simili