VeraTV

Grottammare – Sei nuovi progetti tra scuole e housing sociale

Grottammare – Sei nuovi progetti tra scuole e housing sociale
ottobre 19
19:10 2012

Grottammare dice basta alle zone degradate e lo fa rispondendo al bando ministeriale sul “Piano nazionale per le città”. La proposta presentata dall’amministrazione comunale, include investimenti per 22milioni tra pubblico e privato, da realizzare entro il 2016.

Le proposte per riqualificare la città nelle periferie nord e sud riguardano in primis edilizia scolastica e housing sociale. La priorità è la realizzazione del Polo Scolastico al posto dell’attuale Parco bau di fronte al centro commerciale L’Orologio, che si era bloccato ancor prima dell’avvio dei lavori per l’impossibilità del privato a rispettare il bando. Ora è in corso un contenzioso giudiziario con la ditta di costruzioni per il danno subito, ma il Comune guarda al futuro e spera che il Governo gli dia il via libera per spendere le risorse proprie. Queste ammontano al 60% dei 5 milioni e 850 mila euro utili a realizzarlo. L’apertura del cantiere è prevista per dicembre 2013. Lungo la SS16, all’altezza del fosso Sgariglia si procederà invece alla demolizione di alcuni vecchi ruderi e alla costruzione di alcune palazzine più ad est. Un intervento questo da circa 5 milioni e 500 mila euro sostenuto da privati che permetterà un arrestramento delle abitazioni e dunque un allargamento della Statale. Ma l’intervento di largo respiro per zona Ascolani, procede con la demolizione della scuola di via Leopardi che darebbe al quartiere un 3mila metri di verde e un parcheggio interrato da 92 posti in project financing. Totale 2milioni 228mila euro.

L’altra scuola che verrà trasformata è quella di via Marche che diventerebbe la nuova “casa di Alice”, il centro educativo per disabili gravi. Gli ultimi due interventi sono collocati nella parte nord di Grottammare: il primo consiste nella realizzazione di una palazzina con 16 alloggi di popolari in località Valtesino, vicino al bosco dell’Allegria e in zona San Biagio circa 50 appartamenti per housing sociale.  Una risposta alle tante giovani coppie che non hanno accesso al mercato immobiliare ma non sono così povere da richiedere un alloggio popolare.
Insomma con questo piano  si ridisegnano  6 zone della città realizzabili a stralci funzionali. Una piccola eredità progettuale lasciata da Merli alla prossima amministrazione e comunque può essere realizzata a stralci anche senza ottenere i fondi del bando ministeriale. Ovviamente in tempi più lunghi. 

Condividi su:
Grottammare – Sei nuovi progetti tra scuole e housing sociale - panoramica

Sintesi: Interventi per 22 milioni di euro presentati nel “Piano nazionale per le città”

Tags

Articoli simili