VeraTV

Ascoli – Disposta perizia balistica sull’arma che uccise Olsi Ferracaku

Ascoli – Disposta perizia balistica sull’arma che uccise Olsi Ferracaku
febbraio 18
18:32 2013

Il giudice del tribunale di Ascoli Piceno Marco Bartoli ha disposto una perizia balistica nell’ambito del processo in corso nei confronti di un carabiniere del comando provinciale che la notte dell’8 maggio 2009 sparò con l’arma d’ordinanza contro una Volkswagen Bora che aveva forzato un posto di blocco nei pressi di Castignano. Il proiettile raggiunse ed uccise Olsi Ferracaku, 21 anni, albanese che era a bordo dell’automobile. Omicidio colposo causato da uso legittimo delle armi l’accusa mossa dal pm Umberto Monti e della quale il militare dell’Arma deve rispondere. La perizia è stata chiesta dalla difesa, composta dagli avvocati Carlo Grilli e Vittorio D’Angelo. Si sono opposti invano sia pm Monti e i familiari di Ferracaku assistiti dall’avv. Felice Franchi. L’incarico verrà affidato il prossimo 18 marzo. L’esame è volto a stabilire se è stata effettivamente la pistola in dotazione all’imputato a sparare quella notte, come sostengono i consulenti della Procura, o se invece non sia stata la mitraglietta in uso all’altro carabiniere. Il 18 marzo inizierà anche l’audizione dei testimoni al processo al quale oggi hanno assistito circa 25 carabinieri in divisa (non in servizio) che hanno fatto così voluto far sentire il loro appoggio al collega sotto processo. Quella notte la pattuglia di carabinieri intervenne lungo la Castignanese dopo la telefonata in centrale di un cittadino che aveva appena subito un tentativo di furto presso la sua abitazione a Ripaberarda da parte di ignoti malviventi. Questi, dopo essere stati scoperti e dopo avere ingaggiato una breve colluttazione, erano fuggiti a bordo di una autovettura. I carabinieri avevano tentato di controllare il mezzo, ma quando questo aveva forzato il posto di blocco, avevano sparato con le armi d’ordinanza.

Condividi su:
Ascoli – Disposta perizia balistica sull’arma che uccise Olsi Ferracaku - panoramica

Sintesi: Il 21enne albanese che fuggiva ai carabinieri dopo una rapina

Tags

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità