VeraTV

San Benedetto – Pensiline al centro delle polemiche

San Benedetto – Pensiline al centro delle polemiche
aprile 01
18:39 2013

L’ultima opera comunale, vale a dire le pensiline fotovoltaiche, attira l’attenzione di numerosi passati che storcono il naso alla vista l’installazione di impianti fotovoltaici su spazi pubblici e tetti degli edifici di proprietà comunale. La ditta Troiani&Ciarrocchi, che si è aggiudicata l’appalto, sta installando impianti per la produzione di energia elettrica dal sole su Municipio, Palazzo di Giustizia, nidi d’infanzia di via Manzoni e via Mattei, scuole dell’infanzia di via Mattei  e via Puglia, scuole primarie Alfortville, Caselli, Piacentini, Spalvieri, Miscia, scuole medie Sacconi e Manzoni, Palazzetto dello sport "Speca", palestra della "Curzi" di via Togliatti. Ma non solo:il fotovoltaico è utilizzato anche per la realizzazione delle coperture nelle aree dei parcheggi di piazza del Pescatore, di via D’Annunzio angolo via Marsala e dell’area parcheggio in via Togliatti. Secondo le condizioni dell’appalto, la ditta avrà in concessione o in diritto di superficie questi spazi per 25 anni producendo energia da rivendere sul mercato, apri a 2200 kw. Al Comune andranno i canoni per la concessione di questi spazi, oltre alla realizzazione, sempre a cura dei privati aggiudicatari, delle pensiline, per un importo totale di circa 600 mila euro. L’assessore Canducci definisce tale progetto di grande respiro per il raggiungimento di diversi obiettivi, tra i quali ottenere infrastrutture utili alla collettività, assicurare la manutenzione di importanti parti del patrimonio comunale, ottenere energia pulita senza ulteriore consumo di suolo per l’installazione degli impianti e offrire un formidabile esempio educativo su come si possa produrre energia pulita da fotovoltaico mettendo insieme idee e risorse del pubblico e del privato". Di parere opposto il Pdl, irritato per non esser stati messi al corrente di tale iniziativa, peraltro non appoggiata, e Legambiente, che apostrofa gli impianti come ecomostri dal terribile impatto ambientale, approvati senza il consenso dei comitati di quartiere. Insomma, un intervento che desta e continuerà a destare i malumori in seno alla popolazione sambenedettese, poco incline ai neofiti ferrosi.

Condividi su:
San Benedetto – Pensiline al centro delle polemiche - panoramica

Sintesi: Le coperture fotovoltaiche su spazi pubblici non piacciono alla città

Articoli simili