VeraTV

Ancona – Comunali: Sarà ballottaggio, si sceglie tra due avvocati

Ancona – Comunali: Sarà ballottaggio, si sceglie tra due avvocati
maggio 28
13:34 2013

 
Come previsto Ancona sceglierà il primo cittadino solo dopo il ballottaggio.
La battaglia per la acrica di primo cittadino sarà tra due avvocati: Valeria Mancinelli, esperta di diritto amministrativo, sostenuta da una coalizione di centrosinistra con consensi che sfiorano il 38%, dall’altra Italo D’Angelo, ex capo della Squadra Mobile di Ancona e questore di Pesaro Urbino, arrivato poco sopra il 20% e sostenuto dalla sua lista civica La Tua Ancona e dal Pdl. Nettamente distanziato il candidato di M5S Andrea Quattrini che viaggia intorno al 15%.
Ad Ancona, come in quasi tutti i comuni chimati al voto, affluenza dei votanti andata a picco: 58,18%, -15% rispetto alle precedenti comunali del 2009, ma addirittura -20% rispetto alle politiche di febbraio. A picco anche i voti dei partiti tradizionali: franano il Pd (che di fatto dimezza i consensi rispetto alle politiche di febbraio) e soprattutto il Pdl. Lo schieramento di centrosinistra ha perso voti, eppure, secondo alcuni osservatori, il consenso che si è coagulato intorno alla Mancinelli e il sostanzioso distacco dall’avversario con cui dovrà vedersela al ballottaggio dimostrano che il Pd e le sue strutture hanno in qualche modo tenuto.
I grillini invece raddoppiano i voti rispetto al 2009 (e arrivano a quasi 5.000) ma è debacle rispetto ai quasi 18mila raccolti alle politiche di febbraio. Pagano lo scotto di quello che il loro portavoce Gianni Maggi definisce "un attacco mediatico a livello nazionale contro M5S che avrebbe atterrato anche un toro".
Ma anche, probabilmente, il forte dissenso interno al movimento cittadino. Da segnalare il buon risultato di Stefano Crispiani (Sel), che sfiora il 10%, e quello della lista civica Sessantacento con il candidato sindaco Stefano Tombolini, vicino al 7%, cosa abbastanza insolita in una città dove i movimenti civici non hanno mai avuto successo, oltre ai giovani della lista under 30 A2O, capitanati da un aspirante primo cittadino di 23 anni Matteo Bilei, che ha strappato quasi il 3%. Da segnalare infine che forse a causa di scrutini troppo complessi, probabilmente a causa della doppia preferenza di genere, il presidente di un seggio elettorale ha accusato un malore e in stato di agitazione ha bloccato lo spoglio. E’ accaduto in un seggio del centro città.

Condividi su:
Ancona – Comunali: Sarà ballottaggio, si sceglie tra due avvocati - panoramica

Sintesi: Sfida tra Valeria Mancinelli (centrosinistra) e Italo D'Angelo (centrodestra. Male 5 Stelle, affluenza a picco

Tags

Articoli simili