VeraTV

San Benedetto – Affonda il peschereccio Bianca Maria

San Benedetto – Affonda il peschereccio Bianca Maria
luglio 31
02:52 2013

Tragedia sfiorata a 35 miglia dalla costa di Tortoreto. Un peschereccio di stanza a San Benedetto, il Bianca Maria, è affondato attorno alle 20:30 dopo aver cominciato ad imbarcare acqua. L’equipaggio a bordo è riuscito a salvarsi, gettandosi in mare. Il comandante Alessandro Grossi, 40 anni, ed il fratello Andrea, 37, hanno provato fino alla fine a dragare acqua dal natante assieme agli altri due marittimi, i tunisini Chawki Safì di 25 anni e Mohammed Ben-Othmane di 52. Quando si sono resi conto che non c’era più nulla da fare, hanno abbandonato l’imbarcazione. A ripescarli, con indosso il giubbotto di salvataggio, sono stati altri due pescherecci sambenedettesi: il Giulio Primo ha riportato a riva i fratelli Grossi, armatori del Bianca Maria. Mentre i due tunisini sono stati trasportati a riva dal Palanca. Una notte di paura e di attesa lungo la banchina, lungo la quale si sono ritrovati parenti ed amici dei due magrebini, ma soprattutto l’intera famiglia Grossi, con al timone il papà Antonio, storico marittimo e calciatore. Andrea è stato trasportato in ospedale perché, nel tentativo disperato di salvare la barca, ha sollevato una pompa per dragare acqua ed è rimasto bloccato con la schiena. “I suoi dolori – ha spiegato il padre – sono continui e costanti a causa di diverse ernie”. Alessandro (in foto), invece, una volta approdato in banchina ha continuato a ripetere: “Abbiamo provato a salvare il Bianca Maria (nome della sorella, ndr)  ma non ci siamo riusciti e abbiamo pensato solo a salvarci la vita. In quei momenti sei sotto choc e non ci siamo nemmeno resi conto di quello che stava accadendo in quei trenta minuti”. A peggiorare la situazione il maltempo che ha reso impossibile un’eventuale operazione di affiancamento da parte delle altre due barche sambenedettesi. Un modo per ricondurre in porta il Bianca Maria sebbene con una falla. A prestare soccorso sono state anche le motovedette della Guardia Costiera di Giulianova e Pescara.
Sotto choc i due tunisini che sono rimasti accanto al comandante fino alla fine. Una tragedia sfiorata in una giornata di mare grosso. Cos’è accaduto al peschereccio? I fratelli Grossi hanno raccontato di aver sentito un colpo alla parte inferiore della nave e poi aver cominciato ad imbarcare acqua. Forse un tronco sulla loro strada. Ma nessuno può dirlo. Resta l’amarezza di un’imbarcazione colata a picco, ma la gioia di aver potuto riabbracciare i propri cari.

Condividi su:
San Benedetto – Affonda il peschereccio Bianca Maria - panoramica

Sintesi: L'equipaggio si salva gettandosi in mare

Articoli simili

TERCAS banner 300×90
pubblicità