VeraTV

Popoli – Ha ucciso il padre, non risponde al gip

Popoli – Ha ucciso il padre, non risponde al gip
agosto 09
12:15 2013

Sante Corazzini, il 40enne che, la sera del 6 agosto scorso, ha ucciso, a Popoli (Pescara), il padre Angelo. Corazzini, assistito dagli avvocati Sergio Della Rocca e Paolo Marino, e’ comparso, oggi, davanti al gip del Tribunale di Pescara, Mariacarla Sacco, che dovrà ora decidere se convalidarne l’arresto. I suoi legali al momento non hanno avanzato richieste. Si attendono, dunque, le decisioni del giudice. L’uomo e’ rinchiuso nel carcere pescarese di San Donato sotto il controllo dei sanitari. Uno dei suoi avvocati ha riferito che ha chiesto notizie del padre, e comunque, ”non si rende conto di quanto accaduto”. Secondo l’accusa, subito dopo una violenta lite, il 40enne avrebbe aspettato che il padre si mettesse a dormire, lo avrebbe quindi raggiunto in camera da letto e colpito al torace e al collo con un coltello da cucina. Corazzini era da tempo in cura nel Centro di igiene mentale di Tocco da Casauria (Pescara) ed era stato affidato al padre in quanto ritenuto seminfermo di mente. Negli anni ’90, Sante Corazzini fu condannato per aver picchiato e ucciso un anziano, da cui avrebbe subito, a suo dire, attenzioni a sfondo sessuale. Per questo motivo la pena venne prima attenuata in appello e poi condonata con la grazia, che gli fu concessa da Carlo Azeglio Ciampi.

Condividi su:
Popoli – Ha ucciso il padre, non risponde al gip - panoramica

Sintesi: Sante Corazzini ha accoltellato il genitore

Tags

Articoli simili

Banner Terca 300×250
pubblicità