VeraTV

Teramo – Parolisi: “Processatemi in pubblico”

Teramo – Parolisi: “Processatemi in pubblico”
settembre 07
11:08 2013

Salvatore Parolisi scrive alla Corte d’appello: "Sono stato condannato sulla base di circostanze infondate". Il documento scritto di proprio pugno dal carcere da Salvatore Parolisi è stato inviato al Presidente della Corte d’Assise d’Appello de L’Aquila, per chiedere un processo pubblico.
"Chiedo che il processo si svolga con udienze pubbliche anziché in Camera di Consiglio", scrive l’ex caporalmaggiore dell’Esercito condannato all’ergastolo per l’omicidio della moglie Melania Rea.
"Ritenendo infatti – prosegue Parolisi – di essere stato condannato sulla base di circostanze infondate, chiedo di consentire a tutti coloro che sono interessati alla vicenda di poter seguire direttamente il processo".
Nella stessa missiva, l’uomo chiede di presenziare alla prima udienza del processo d’Appello, prevista per il prossimo 25 settembre, e di poter comparire in tutte le successive.

Condividi su:
Teramo – Parolisi: “Processatemi in pubblico” - panoramica

Sintesi: Il caporalmaggiore chiede udienze pubbliche per dimostrare la sua innocenza

Tags

Articoli simili