VeraTV

Pesaro – Ressa di telecamere per la giovane sfigurata

Pesaro – Ressa di telecamere per la giovane sfigurata
dicembre 09
12:13 2013

AGGIORNAMENTO Ore 12.29: Nell’udienza davanti al gip di Pesaro Maurizio Di Palma, i legali degli imputati (Roberto Brunelli per Varani, Gianluca Sposito e Umberto Levi per i due albanesi considerati i sicari assoldati dall’ex compagno di Lucia Annibali per sfigurarla con l’acido) hanno ribadito la loro richiesta di giudizio abbreviato condizionato, chiedendo di poter acquisire consulenze, in particolare una di carattere dermatologico, e altra documentazione. La famiglia di Varani ha offerto come primo risarcimento per i danni subiti da Lucia un appartamento di proprietà. Si è ora in attesa delle decisioni del giudice.
Assembramento di giornalisti, fotografi, cineoperatori, qualche curioso e un gruppetto di donne dell’Udi davanti al Tribunale di Pesaro, in attesa dell’udienza del gip Maurizio Di Palma chiamato a decidere se ammettere la richiesta di rito abbreviato presentata dai difensori di Luca Varani, accusato di essere il mandante dell’agguato alla ex Lucia Annibali, e dei due albanesi Rubin Ago Talaban, considerato il sicario che ha materialmente lanciato l’acido contro la donna, e Altistin Precetaj, accusato di aver preparato l’agguato e aver atteso fuori dalla casa il complice in fuga. Le donne che manifestavano davanti al Palazzo di giustizia hanno esposto dei cartelli con scritto "Siamo tutte parte lesa", "Ogni violenza non è mai un fatto privato", "Giustizia e diritti per le vittime". Varani risponde di tentato omicidio, stalking e lesioni gravissime. Il giudice Di Palma, dopo aver deciso sulla richiesta di rito abbreviato, fisserà la data di inizio del processo.

Condividi su:
Pesaro – Ressa di telecamere per la giovane sfigurata - panoramica

Sintesi: Si discute la richiesta di rito abgbreviato per Luca Varani

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità