VeraTV

Montesilvano – Aggrediscono una banda e sequestrano un rivale

Montesilvano – Aggrediscono una banda e sequestrano un rivale
gennaio 16
14:01 2014

Hanno aggredito un giovane di una banda rivale e poi, in un secondo momento, hanno sequestrato un altro componente della stessa banda per picchiarlo e obbligarlo a vendere oggetti in oro: protagonisti dell’episodio quattro giovani di Vasto (Chieti), Luis David Pollutri, 19 anni, Lorenzo Storto (19), Graziano Di Guilmi (19) e Cristian Pulina (20), arrestato dai carabinieri di Montesilvano (Pescara) per sequestro di persona, danneggiamento, lesioni, violenza privata, ricettazione e riciclaggio.
I quattro devono rispondere dei reati di sequestro di persona, danneggiamento, lesioni, violenza privata, ricettazione e riciclaggio. Le richieste delle ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip del Tribunale di Pescara Luca De Ninis, su richiesta del Pm Giampiero Di Florio. I quattro sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Vasto (Chieti). Questi i fatti: Secondo le risultanze acquisite dai militari dell’Arma, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, i quattro alle 4 dello scorso 23 dicembre,all’uscita di un locale del centro storico di Pescara accerchiano un coetaneo di una banda di giovani montesilvanesi e dopo averlo portato da parte, lo aggrediscono e picchiano con calci e pugni alla testa, provocandogli lesioni guaribili in trenta giorni, prima di essere messi in fuga dagli amici del ragazzo di Montesilvano (Pescara) che portano l’amico in ospedale. Successivamente la gang vastese tornata all’uscita del locale, sequestra un amico del gruppo montesilvanese, costringendolo a salire sulla loro auto, chiedendogli di svelare nomi e indirizzi dei suoi amici. Non contenti lo portano nella pineta di Montesilvano (Pescara), costringendolo con la forza prima a scavare una buca per trovare una pistola mai rinvenuta. Lo aggrediscono con la staccionata in legno della pineta, e poi lo costringono ad andare a casa, cambiarsi i vestiti sporchi di sangue e dopo averlo fatto risalire in macchina, lo portano indue negozi "Compro Oro" a Chieti, dove lo obbligano a vendere oggetti in oro presi a casa. Alle dieci di mattina l’ostaggio, ferito viene rilasciato, e i carabinieri, da tempo sulle loro tracce, proseguono le ricerche, con i quattro bloccati dai Cc della Stazione di Casalbordino (Chieti) e, dopo aver acquisitoinformazioni, li arrestano. Determinanti, ai fini dell’identificazione dei quattro, oltre agli scontrini dei Compro Oro, anche il riconoscimento fotografico. Come appurato dagli inquirenti, le due bande avevano avuto in passato alcuni motivi di contrasto all’interno di alcuni locali.

Condividi su:
Montesilvano – Aggrediscono una banda e sequestrano un rivale - panoramica

Sintesi: Arrestati quattro giovani

Tags

Articoli simili

Zibaldo 2banner 300×250
Banner 300×250 Zibaldo.it
TERCAS banner 300×90
pubblicitĂ