VeraTV

Porto San Giorgio – Rapina “macchiata” alla Tercas

Porto San Giorgio – Rapina “macchiata” alla Tercas
gennaio 20
20:05 2014

Se ad Osimo un rapinatore è stato arrestato per aver perso il portafogli durante il colpo non è andata meglio a una banda di rapinatori che questo lunedì mattina ha assaltato la Tercas di Porto San Giorgio. Si tratta della filiale nella centralissima viale Buozzi dove due uomini col volto travisato sono entrati intorno a mezzogiorno. Una volta all’interno dell’istituto di credito, minacciando di usare una pistola hanno intimato il cassiere di consegnare i soldi. Sono stati momenti ad alta tensione all’interno della filiale sangiorgese dove erano presenti anche alcuni clienti. In pochi minuti si sono fatti consegnare il denaro e i ladri si sono dati alla fuga con un sacchetto pieno di denaro. Ma dentro oltre ai soldi c’era la sorpresa. Appena usciti fuori dalla banca è infatti esplosa la mazzetta civetta. Si tratta della classica trappola messa a punto per i rapinatori che consiste proprio nel far esplodere una mazzetta di denaro legata da una fascetta contenente inchiostro indelebile. I malviventi si sono così ritrovati con bottino e abiti macchiati. A quel punto sono stati costretti ad abbandonare tutta la refurtiva a 2-300 di metri dal viale della Stazione e si sono diretti verso l’auto con a bordo un terzo complice che li attendeva. Colpo dunque a vuoto con i tre malviventi costretti ad una brusca ritirata e a tasche vuote, lasciando per strada circa 4 mila euro. Sulle loro tracce si è messa immediatamente la Polizia che pare abbia intercettato il numero di targa del mezzo su cui i tre sono fuggiti. Un altro aiuto alle indagini arriverà dalle telecamere di sorveglianza della banca e delle vie limitrofe. Sempre nella stessa via un altro colpo era stato messo a segno lo scorso settembre alla filiale Monte Paschi. Ma anche in quel caso il rapinatore solitario era stato costretto a fuggire senza bottino.

Condividi su:
Porto San Giorgio – Rapina “macchiata” alla Tercas - panoramica

Sintesi: Scoppia la mazzetta civetta e i malviventi abbandonano il malloppo

Tags

Articoli simili