VeraTV

Teramo – “Botte” di Capodanno, 11 denunce per la maxirissa

Teramo – “Botte” di Capodanno, 11 denunce per la maxirissa
gennaio 25
19:10 2014

Un nuovo anno cominciato a suon di botte tra rossi e neri. Il calcio non c’entra ma si parla di fazioni politiche avverse che all’alba del primo gennaio a Teramo, ha visto coinvolti in una rissa una quindicina di ragazzi di diverse fazioni politiche. Due di questi erano stati subito arrestati mentre per 11 giovani sono arrivate ora altrettante denunce. La Digos della questura di Teramo, dopo le indagini per arrivare all’identificazione dei protagonisti, ha rimesso un rapporto conclusivo al magistrato in cui ipotizza il reato di concorso in rissa aggravata, ricostruendo la dinamica degli scontri. La rissa sarebbe stato infatti il secondo round di un altro episodio, verificatosi nella tarda serata del 29 dicembre in un bar di Piazza Martiri della Libertà, quando alcuni giovani di estrema destra sarebbero stati insultati ed aggrediti da un gruppo di estrema sinistra, alcuni componenti dei quali con sciarpe biancorosse sul volto, i colori della squadra locale. Il motivo anche stavolta non sarebbe calcistico ma sembrerebbe riconducibile a una spartizione ‘politica’ del territorio. La notte di Capodanno, dopo un primo contatto tra ragazzi di opposte fazioni, riconducibile ad una vendetta per quanto avvenuto il 29 dicembre, c’è stata la rissa vera e propria. Gli identificati sono giovanissimi, tutti tra i 23 ed i 30 anni. Oltre a loro, un trentenne teramano, per l’aggressione della sera del 29 dicembre nel bar di piazza Martiri. Ad aiutare i poliziotti a identificare i teppisti il contributo dei residenti e dei cittadini.

Condividi su:
Teramo – “Botte” di Capodanno, 11 denunce per la maxirissa - panoramica

Sintesi: Si tratta di giovanissimi divisi politicamente tra rossi e neri

Tags

Articoli simili

Banner Terca 300×250
pubblicità