VeraTV

Sant’Elpidio a Mare – Dimesso il 42enne pestato dopo l’addio al celibato

maggio 07
20:12 2014
Condividi su:
Sant’Elpidio a Mare – Dimesso il 42enne pestato dopo l’addio al celibato - panoramica

Sintesi: Sant'Elpidio a Mare - Dimesso il 42enne pestato dopo l'addio al celibato

Tags

Articoli simili

Sant’Elpidio a Mare – Dimesso il 42enne pestato dopo l’addio al celibato

Sant’Elpidio a Mare – Dimesso il 42enne pestato dopo l’addio al celibato
maggio 07
19:25 2014

E’ stato dimesso in mattinata dall’ospedale di Civitanova Marche il 42enne di Sant’Elpidio a Mare vittima di un’aggressione lo scorso weekend fuori da una discoteca di Porto Recanati. I suoi amici avevano temuto il peggio per lui vedendolo privo di sensi e con il viso pieno di sangue sulle scalette del Mia di Porto Recanati, dove tutti insieme avevano passato la serata per un addio al celibato. Dal racconto del futuro sposo, anche lui elpidiense, tutto sarebbe successo nell’arco di una ventina di secondi. Un’aggressione inaspettata appena varcata l’uscita del locale. E ad avere la peggio è stato proprio il 42enne, padre di famiglia, che ha riportato diverse fratture al volto e una piccola emorragia cerebrale dopo essere stato colpito da un pugno e poi da un calcio in pieno volto da un uomo che faceva parte di un gruppo di balordi appena allontanati dalla discoteca. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, attorno alle quattro di domenica mattina, i buttafuori del locale erano stati costretti ad accompagnare fuori alcuni clienti molesti che nel loro breve tragitto verso l’auto parcheggiata a poca distanza hanno però colpito anche alcuni clienti che si sono trovati sfortunatamente sul loro tragitto. Tra questi anche una ragazza e il futuro sposo, che schivando un cazzotto ha raccontato di aver perso i suoi occhiali nella ressa. Il tutto mentre il gruppo di fermani stava uscendo alla spicciolata dal Mia dirigendosi verso il pulmann organizzato per l’addio al celibato.  Una serata di festa finita male, anche perché i responsabili del pestaggio sono riusciti a fuggire sgommando a bordo di un’audi TT bianca. Tutte queste informazioni sono però ora in mano dei carabinieri di Civitanova che stanno portando avanti le indagini coordinate dalla Procura di Macerata e che potrebbero presto arrivare ad individuare i responsabili. Per ora bocche cucite anche perché gli inquirenti devono ancora  ascoltare la versione del ferito che martedì è stato operato per ridurre le fratture al naso e alla mandibola fracassata e che solo in queste ore ha fatto ritorno a casa.

Condividi su:
Sant’Elpidio a Mare – Dimesso il 42enne pestato dopo l’addio al celibato - panoramica

Sintesi: Sull'aggressione di Porto Recanati indagano i Carabinieri

Tags

Articoli simili