VeraTV

Ascoli – Incidente al tifoso, la figlia: “Si nega ad un uomo di 61 anni di percorrere 100 metri?”

Ascoli – Incidente al tifoso, la figlia: “Si nega ad un uomo di 61 anni di percorrere 100 metri?”
dicembre 15
12:26 2014
"Profondo cordoglio" è stato espresso da dirigenza, tecnici e giocatori dell’Ascoli Picchio con in testa il presidente Francesco Bellini per la morte di Alberto Durastanti. Il 61enne di Castorano ha perso l’equilibrio mentre scavalcava un viadotto per arrivare allo stadio "Cino e Lillo Del Duca". Doveva assistere alla partita Ascoli-Santarcangelo del girone B di Lega Pro. 
Gli era stato impedito l’accesso dal versante della circonvallazione e aveva cercato una scorciatoia. Restrizioni eccessive sulle quali hanno polemizzato i tifosi. Tanto da spingere anche il Questore Fiore a sostenere che “non c’è nessuna Guantanamo”. A sottolineare che non ci sono misure da carcere per entrare ed uscire dallo stadio. 
Su Facebook, però, lo sfogo di Ramona Durastanti la figlia di Alberto che scrive: 
"Ebbene sì a mio padre è stato negato l’accesso allo stadio con il biglietto in mano per la tribuna coperta…. Lo stadio dove lui ha lavorato per tantissimi anni proprio come Steward….era un ex Carabiniere….gli è stato detto No non puoi entrare devi fare tutto il giro ed entrare dall altra parte…proprio a lui che la parola No sia nella vita sia a lavoro non le pronunciava mai a nessuno…poteva far vedere il tesserino del volontariato Carabinieri ma mio padre era così non voleva creare problemi , non voleva dar fastidio a nessuno…. 
Aveva già acquistato i biglietti doveva arrivare in tribuna coperta…al presidente Bellini fate sapere che mia mamma è la cugina di sua moglie!!!!!!! Al questore preferisco non dire nulla…al 20° anniversario di Rozzi si chiudono i cancelli e si nega ad un duomo di 61 anni di percorrere 100 mt sotto la curva nord quando i tifosi ospiti non c’erano e gli si dice di percorrere a piedi tutta la circonvallazione….scusatemi è anche un mio sfogo ma il mio Babbo non meritava una morte così….amante e appassionato del calcio un uomo religiosissimo e non perché è mio padre ma un uomo dall’animo signorile e dal sorriso stampato in faccia…. "
Condividi su:
Ascoli – Incidente al tifoso, la figlia: “Si nega ad un uomo di 61 anni di percorrere 100 metri?” - panoramica

Sintesi: Lo sfogo di Ramona Durastanti su Facebook

Articoli simili