VeraTV

Recanati – Colle dell’Infinito, il Tar consente l’ampliamento del rustico

Recanati – Colle dell’Infinito, il Tar consente l’ampliamento del rustico
maggio 26
17:20 2015
Il Tar Marche ha annullato per la seconda volta il parere negativo della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggio sul progetto di ristrutturazione di un rustico su un versante del Colle dell’Infinito, accogliendo in parte il ricorso della proprietaria Anna Maria Dalla Casapiccola. 
I giudici amministrativi hanno invece respinto per motivi tecnici la richiesta di risarcimento danni avanzata dalla proprietà. Il no della Soprintendenza, che nei vari gradi di giudizio è stata affiancata da Italia Nostra e dal Fai, si basava (come quello precedente) sul fatto che l’area sarebbe risultata inedificabile per un accordo tra il Comune e la proprietà, l’intervento avrebbe superato i limiti del restauro e risanamento conservativo perché comporta l’ampliamento dell’edificio, l’area è gravata da un vincolo di tutela che riguarda non solo gli interventi sul Colle, ma anche la visuale verso il Colle e l’intera valle, gli aumenti di cubatura (una cucina al piano terra e un terrazzino al primo piano) sarebbero visibili dai punti osservazione circostanti e precluderebbero "un armonico inserimento del fabbricato nella cornice ambientale". Carenza di motivazione, violazione di legge, eccesso di potere, difetto di attribuzione e violazione della precedente sentenza del Tar, ma anche violazione del principio di leale collaborazione sono alcuni dei profili recepiti dai giudici amministrativi, che si soffermano tra l’altro su alcuni passaggi della sentenza del Consiglio di Stato, che, pur respingendo l’istanza della Soprintendenza, aveva invitato sostanzialmente a trovare un dialogo "leale, collaborativo e costruttivo tra le parti". Un quadro – che secondo il Tar – sarebbe stato vincolante per lo stesso soprintendente, "anche nel comportarsi lealmente mantenendo fede alle proprie indicazioni, con particolare riferimento alla ritenuta compatibilità di aumenti volumetrici, ancorché contenuti nei limiti del Piano Casa e da ubicarsi sul lato nord, opposto a quello del Colle dell’Infinito". Per questo motivo il tribunale amministrativo ritiene illegittimo il no al locale cucina, ubicato appunto a nord, e al terrazzino, poco visibile, entrambi di piccole dimensioni. E sempre dal parere provvisorio emerge, per il Tar, "lo sconfinamento nelle competenze di altre autorità". Il Tar ammette "la complessità della vicenda" e lancia anche un stoccatina alla documentazione presentata dalla ricorrente per "mancata osservanza del dovere di redigere gli atti in maniera sintetica, il che non significa limitare il numero delle pagine, comunque notevole, riducendo il carattere di scrittura al limite della leggibilità".
Condividi su:
Recanati – Colle dell’Infinito, il Tar consente l’ampliamento del rustico - panoramica

Sintesi: Bocciato il "no" della Sovrintendenza

Tags

Articoli simili