VeraTV

Ascoli – Volevano sfregiare il giudice, interrogatorio di garanzia per i due tunisini

Ascoli – Volevano sfregiare il giudice, interrogatorio di garanzia per i due tunisini
gennaio 12
19:06 2016
Sono fissati per domani gli interrogatori di garanzia dei due tunisini arrestati ieri con l’accusa di tentate lesioni personali gravissime in concorso per le minacce di morte subite lo scorso anno dal giudice del tribunale di Ascoli Piceno Giuliana Filippello, per questo finita sotto scorta per diversi mesi, costretta a muoversi su un’auto blindata. 
Entrambi sono già detenuti per altra causa. Afif Ben Fattoum, 39 anni, sarà quindi interrogato nel carcere di Trani; Mohmid Ben Alì, 24 anni, in quello di Viterbo. 
Da quel che emerge dalle indagini, condotte dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Ascoli, Ben Fattoum avrebbe istigato Mhomid a sfregiare il giudice nel corso di un interrogatorio di garanzia per ritorsione, dato che la Filippello aveva ordinato il loro arresto nell’ambito di un’inchiesta su un vasto giro di droga che dalla Campania giungeva nelle province di Ascoli e Teramo. 

Il legale di Ben Fattoum, l’avv. Umberto Gramenzi, ha annunciato ricorso per Cassazione contro l’ordine di custodia cautelare emesso dal Gip dell’Aquila sostenendo che, in base all’art 115 del Codice penale, "qualora due o più persone si accordino allo scopo di commettere un reato e questo non sia stato commesso, nessuna delle due è punibile per il solo fatto dell’accordo".
Condividi su:
Ascoli – Volevano sfregiare il giudice, interrogatorio di garanzia per i due tunisini - panoramica

Sintesi: Ieri l'arresto per le minacce di morte al gip Filippello

Articoli simili

TERCAS banner 300×90
pubblicità