VeraTV

Fermo – Bomba in chiesa, Don Vinicio: “Diamo fastidio al racket di droga e prostituzione”

Fermo – Bomba in chiesa, Don Vinicio: “Diamo fastidio al racket di droga e prostituzione”
aprile 13
10:53 2016
"Una chiesa attiva su tutti i fronti, contro il degrado del quartiere e per l’accoglienza dei migranti, probabilmente dà fastidio: quando uno dice ‘messa e rosari e basta’, non infastidisce nessuno. La mia vita è nelle mani di Dio, e io non mi faccio certo intimorire: andiamo avanti, con più determinazione di prima". 
Sono le dichiarazioni che Don Vinicio Albanesi ha rilasciato all’ANSA sull’ordigno rudimentale che è stato fatto esplodere la notte scorsa dinanzi al portone della sua parrocchia, nella frazione di San Marco alle Paludi a Fermo. Un atto per il quale al momento non sembrano esserci rivendicazioni. "Un avvertimento – spiega il sacerdote – che potrebbe avere matrici diverse: un messaggio mafioso, da parte di chi gestisce lo spaccio di droga e la prostituzione nel quartiere di Lido Tre Archi; un gesto delinquenziale di bassa lega, o un attentato di natura anticlericale: di sicuro chi ha agito ci conosce bene. Sa che io non abito lì, e ha alzato il potenziale offensivo dell’ordigno, rispetto alle ‘bombe’ piazzate in precedenza davanti ad altre due canoniche".
Condividi su:
Fermo – Bomba in chiesa, Don Vinicio: “Diamo fastidio al racket di droga e prostituzione” - panoramica

Sintesi: L'attentanto non è stato ancora rivendicato

Tags

Articoli simili