VeraTV

Marche – Diminuiscono le imprese, ma aumentano quelle qualificate

Marche – Diminuiscono le imprese, ma aumentano quelle qualificate
aprile 19
12:11 2016

Meno imprese ma più qualificate. E’ la fotografia scattata da Unioncamere Marche nel primo trimestre del 2016. Tra gennaio e marzo 3.208 nuove aziende si sono iscritte al registro imprese delle Camere di commercio mentre in 4.409 hanno cessato l’attività con la perdita di 1.201 aziende e di almeno 3.500 posti di lavoro.  "Il dato pur negativo – commenta il Presidente Unioncamere Graziano di Battista – meno pesante rispetto allo stesso periodo del 2014 e del 2015, il che fa ben sperare per i prossimi trimestri. Anche perché prosegue al crescita delle società per azioni (+194) e di alcuni tra i servizi più avanzati (+89), a indicare un tessuto di imprese  meno numeroso ma più evoluto”. L’analisi dei dati territoriali mostra come il calo più consistente si sia registrato nel maceratese (-416 il saldo tra iscrizioni e cessazioni) . A Seguire la provincia di Pesaro  e Urbino (-251) e quella di Ancona (-250). Il fermano perde 601 imprese ma ne guadagna 419.  Anche ad Ascoli il rapporto tra nuove iscrizioni e cessazioni registra segno negativo: -102 aziende. A subire ancora una volta i maggiori effetti della crisi sono state le imprese artigiane. Male il settore agricolo (-416 ) e quello commerciale  (-330) In perdita nel primo trimestre dell’anno anche  le costruzioni (-260) e il manifatturiero (-131). In calo anche le imprese dei servizi di alloggio e ristorazione (-28). Cresce, invece, il tessuto delle imprese di alcuni settori del terziario avanzato come i Servizi di informazione e comunicazione (+25), Attività finanziarie e assicurative (+11) e Attività immobiliari (+53). Resta alto il n. delle procedure fallimentari avviate tra gennaio e marzo 2016: 109. Due in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

Condividi su:
Marche – Diminuiscono le imprese, ma aumentano quelle qualificate - panoramica

Sintesi: Macerata guida la classifica delle Province più colpite. Il piceno tiene botta

Tags

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità