VeraTV

San Benedetto – Raffica di furti nelle aziende, nel mirino ancora la Recfer

San Benedetto – Raffica di furti nelle aziende, nel mirino ancora la Recfer
giugno 21
11:49 2016

Furto fotocopia nella notte all’azienda di autodemolizioni Recfer, tra Porto d’Ascoli e Centobuchi, con i ladri che si sono introdotti nella palazzina degli uffici. Solo per entrare hanno fatto danni per circa 20mila euro. Tra telecamere, impianto elettrico e la distruzione di alcune opere destinate da Roberto Capocasa alla realizzazione  di un museo per bambini disabili. Hanno staccato i fili delle telecamere e rotto delle finestre, ma alla fine non sono riusciti a portare via niente perché le forze dell’ordine gli erano alle calgagna, visto che gli stessi avevano compiuto una serie di colpi in altre tre aziende della zona. Il primo allarme a suonare è stato quello del corriere Bartolini. Sono entrati hanno cercato di staccare i computer senza riuscirci. Poi hanno provato a trovare la cassaforte ma alla fine se ne sono andati con due pacchi che, però, hanno lasciato nel piazzale dello stabilimento, forse perché troppo pesanti. A quanto pare i ladri, almeno tre quelli ripresi dalle telecamere, avrebbero agito a piedi, perché non sono avvistate auto sospette,Né dai carabinieri, né dalla polizia, né dagli agenti della vigilanza privata. Il secondo colpo è stato infatti nell’azienda “Vailati” che si trova a poca distanza. Anche qui bottino sarebbe magro. Poi sono passati alla Manni Sipre, ex Malavolta, azienda per la vendita dell’acciaio. Ma il custode ha sentito dei rumori e gridando li ha messi in fuga. Avevano già rubato 100 euro in cassa, gli spicci del distributore automatico e stavano provando a smurare la cassaforte quando sono stati scoperti. Poi l’ultimo assalto alla Recfer dove sono stati messi in fuga dall’allarme.

Condividi su:
San Benedetto – Raffica di furti nelle aziende, nel mirino ancora la Recfer - panoramica

Sintesi: Quattro i colpi nella notte, i ladri messi in fuga dagli allarmi

Tags

Articoli simili