VeraTV

Senigallia – Giovane mamma morta, procuratore: “non è un caso di malasanità”

Senigallia – Giovane mamma morta, procuratore: “non è un caso di malasanità”
agosto 13
21:10 2016

L’autopsia, non è riuscita a chiarire le cause della morte della 24enne Carmen Zazzaro, morta a due giorni dalla morte del feto che portava in grembo. L’esame disposto dalla procura della Repubblica di Pesaro, a cui ha presentato denuncia il marito della donna, il 22enne Francesco Miro, non ha evidenziato alcuna negligenza medica o cause chiare della morte. Sarà l’analisi dei tessuti e dei liquidi a fornire qualche risposta. Intanto si sono svolti sabato pomeriggio in duomo a Senigallia i funerali della giovane mamma originaria di Mondavio, morta nell’ospedale Santa Croce di Fano (Pesaro Urbino). Nelle fasi preparatorie per il parto indotto, prima ancora di entrare nella sala travaglio, la giovane è improvvisamente crollata a terra morendo di lì a poco malgrado un’ora di tentativi di rianimazione.
Dodici le persone indagate, tra ginecologi, ostetriche e anestesisti, un atto dovuto per consentire loro di assistere con propri consulenti all’autopsia. Intanto, ha ultimato il proprio lavoro anche lo staff sanitario che, insieme agli ispettori sanitari inviati dal ministero della Salute, ha ripercorso tutte le fasi dell’assistenza prestata alla giovane mamma (Carmen Zazzaro aveva già un figlio di 4 anni) interrogando medici e ostetriche. Il procuratore Manfredi Palumbo ha spiegato che "non sono emersi in nessuna maniera e in nessun momento comportamenti dei sanitari difformi dal protocollo da seguire in casi di questo tipo". 

Condividi su:
Senigallia – Giovane mamma morta, procuratore: “non è un caso di malasanità” - panoramica

Sintesi: Oggi i funerali della donna, autopsia non chiarisce cause del decesso

Tags

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Elite supermercati banner 300×90
pubblicità