VeraTV

Calcio Lega Pro – Bentornata Samb, debutto di fuoco a Macerata

Calcio Lega Pro – Bentornata Samb, debutto di fuoco a Macerata
settembre 03
12:08 2016
Derby vecchio, con 23 ciak già battuti all’Helvia Recina, palcoscenico nuovo. Perché la Samb mancava dalla Lega Pro da 7 anni. Tanti, troppi, per un club come quello rossoblù. Per la Maceratese, invece, è il secondo campionato consecutivo in terza serie, dopo il terzo posto dell’ultima edizione. Partenza ritardata sia per i biancorossi sia per i rossoblù, dopo i rinvii, per motivi differenti, della giornata d’esordio. La Rata arriva alla sfida di sabato alle 18.30 col giallo della cessione societaria che ha ripreso a mulinare, e con la diatriba tra la presidentessa Tardella e il Comune per l’utilizzato dell’Helvia Recina risolta all’antivigilia.
Federico Giunti, successore di Bucchi, che alle spalle ha solo il più che onorevole 3-2 di Tim Cup a Carpi, ha conosciuto il prato di casa giovedì, a 2 giorni dal derby. La Samb, un paio di gare in Coppa Italia di Lega Pro, contro Gubbio e Viterbese, avvicina la sfida di Macerata con mille rimpianti di mercato, specie quello alla voce attaccante di grido e con qualche sfuriata del presidente Franco Fedeli, che ha già fatto rotolare la prima testa, quella del centrocampista Minotti.
La Maceratese ha ottenuto l’ok per il tesseramento del 35enne difensore Armando Perna, che, arrivato a metà settimana, potrebbe anche debuttare dal primo minuto. Vale lo stesso per il penultimo rinforzo estivo, l’ex Padova Petrilli. Squalificato Quadrini, in forse gli acciaccati Franchini e Turchetta. Dubbio anche nel modulo, con Giunti che deve scegliere tra il 4-3-1-2 e il 4-3-3. Buona la seconda opzione per Ottavio Palladini, alla prima uscita nei professionisti dopo la promozione di aprile: ormai accantonato l’esperimento estivo del 3-5-2. Squalificati Radi e Candellori, recuperato Ntow, ma il ghanese partirà dalla panchina. Idem gli ultimi arrivati, Ferrario e Tortolano. In difesa, dunque, dentro Di Pasquale al fianco di Mori e Pezzotti terzino sinistro. Dalla cintola in su, Palladini schiera il meglio che ha: Sabatino, Lulli e Berardocco a centrocampo, e Mancuso e Di Massimo a supporto dell’ex Fioretti, 10 gol nell’ultima stagione a Macerata.
All’Helvia Recina potrebbero essere in 3mila per il derby, inclusi i 500 in partenza da San Benedetto. Di sicuro chi vorrà fare un’offerta, riceverà una maglia ricordo con la scritta "Vincere per chi ha perso tutto". Il ricavato dell’iniziativa verrà devoluto alla Croce Rossa italiana a beneficio dei terremotati. Un modo non proprio come un altro per rendere la sfida dell’Helvia Recina il derby della solidarietà.
Condividi su:
Calcio Lega Pro – Bentornata Samb, debutto di fuoco a Macerata - panoramica

Sintesi: Rossoblù di nuovo nei prof dopo 7 anni. La squadra di Palladini all'Helvia Recina senza Radi, ma con l'ex Fioretti. Al seguito 500 tifosi

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità