VeraTV

Omicidio Ancona – Chiesti vent’anni di carcere

Omicidio Ancona – Chiesti vent’anni di carcere
dicembre 01
15:50 2016
È di 20 anni di carcere la richiesta di condanna per Antonio Tagliata, 19 anni, che il 7 novembre  2015 ad Ancona  uccise i genitori della sua ex fidanzatina in casa loro con una pistola. Tagliata, detenuto nel carcere di Castrogno (Teramo) è stato accompagnato in aula dalla polizia penitenziaria. Si è presentato con capelli rasati ai lati e acconciati sopra con il gel. Prima di entrare è stato avvicinato per pochi istanti dalla madre sul ballatoio che lo ha salutato: "ciao amore", gli ha detto la donna prima di scoppiare in lacrime. L’istanza di pena della Procura, che sia o meno riconosciuta la seminfermità rilevata dal perito, ha valutato l’equivalenza delle attenuanti (imputato giovane che si era costituito ai carabinieri e aveva fatto ritrovare l’arma) con la premeditazione e rapporto di discendenza delle vittime con la 17enne già condannata a 18 anni di carcere per complicità nel duplice omicidio premeditato di Fabio Giacconi e Roberta Pierini. 
Nel pomeriggio le arringhe della difesa, l’avv. Manfredo Fiormonti per Tagliata, e dell’avv. Marco Pacchiarotti, legale di parte civile per la sorella e il fratello della Pierini e per il padre e la sorella di Giacconi. Poi il giudice potrebbe emettere la sentenza o rinviare per repliche. 
Condividi su:
Omicidio Ancona – Chiesti vent’anni di carcere - panoramica

Sintesi: La sentenza forse nel pomeriggio dopo le arringhe difensive

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità