VeraTV

Crollo ponte in A14, arrivano i primi dieci indagati

Crollo ponte in A14, arrivano i primi dieci indagati
aprile 20
13:13 2017
Primi indagati per il crollo del ponte in A14. Un incidente che portò alla morte dei coniugi Antonella ed Emidio Diomede. Sono dieci le persone finite nel mirino della Procura. Persone che sono state sentite dagli inquirenti. Focus inevitabilmente puntato sulla Delabech, azienda che il 9 marzo scorso stava effettuando i lavori innalzamento del cavalcavia. Un intervento ottenuto in subappalto dalla Pavimental, società al 60% di Atlantia, holding di cui fa parte Autostrade per l’Italia. Operai, tecnici che si trovavano in loco e responsabile della ditta sono finiti nel faldone che sta mettendo insieme il procuratore Irene Bilotta. I reati ipotizzati sono disastro colposo oltre che omicidio colposo plurimo e lesioni. 

Si parla di dieci nomi ma non è escluso che altri possano entrare a far parte dell’indagine in una fase successiva. Tutto si concentra sulla decisione di lasciare l’autostrada aperta al traffico durante le operazioni di innalzamento del ponte. Perché questa scelta che ha condotto alla morte di Emidio ed Antonella Diomede?

Pare che la Delabech avrebbe dovuto avvisare la Pavimental in merito alla chiusura dell’autostrada. E non è stato fatto così si è deciso per lasciare tutto così. E quel ponte 167 è rovinato in strada fra i caselli di Loreto ed Ancona Sud. Si indaga per capire se ci siano falle nella progettazione o nella esecuzione dei lavori.

Per altri dieci viadotti tutto era andato secondo i piani. Perché questo è franato al suolo? L’ipotesi più accreditata è l’eccessivo innalzamento con i martinetti di un lato del ponte, che avrebbe sbilanciato il troncone centrale facendolo prima ruotare e poi scivolare sull’asfalto dell’A14, mettendo fine alla vita dei coniugi Diomede. 

Crollo ponte in A14, arrivano i primi dieci indagati - panoramica

Sintesi: Si cercano falle nella progettazione o nella esecuzione dei lavori

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

PicenAmbiente banner 300×90
pubblicità