VeraTV

San Benedetto – Sfregiato con un collo di bottiglia, due arresti

San Benedetto – Sfregiato con un collo di bottiglia, due arresti
giugno 16
16:50 2017

Era sul primo binario della stazione di San Benedetto. I suoi aggressori lo avevano lasciato a terra in un lago di sangue, ma a distanza di un mese da quella brutale rissa la Polizia ha arrestato gli autori del pestaggio. Si tratta di due marocchini di 25 e 37 anni, entrambi pregiudicati e senza fissa dimora. I due, identificati sia attraverso le immagini della telecamere che grazie alla testimonianza di una persona che aveva parlato, fin dall’inizio, di due aggressori, sono stati portati in carcere nelle ultime ore dopo una serie di indagini portate avanti dal commissariato sambenedettese e coordinate dal pm Umberto Monti.

I fatti risalgono allo notte tra il 15 e il 16 aprile. I tre, si sarebbero incontrati in stazione, e forse anche sotto l’effetto dell’alcol hanno iniziato a discutere. Una lite che a quanto pare si sarebbe ben presto trasformata in una sorta di resa dei conti per il furto di un cellulare avvenuto qualche giorno prima. Una rissa senza esclusione di colpi, con il 36enne ferito al capo, al volto con un collo di bottiglia. All’arrivo dei soccorritori del 118 a terra erano ancora visibili i vetri. Un video dei primi minuti successivi all’aggressione era addirittura stato postato sui social network. E proprio le telecamere di videosorveglianza della stazione ferroviaria avevano portato alla conferma che a malmenare il 36enne erano stati in due. Dopo difficoltose ricerche, gli agenti hanno raggiunto i due presunti aggressori arrestandoli e portandoli nel carcere ascolano di Marino del Tronto.

Condividi su:
San Benedetto – Sfregiato con un collo di bottiglia, due arresti - panoramica

Sintesi: La Polizia ha individuato i due marocchini dell'aggressione di un mese fa in stazione

Tags

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità