VeraTV

Milano – Esplosione di via Brioschi, Pellicanò condannato all’ergastolo

Milano – Esplosione di via Brioschi, Pellicanò condannato all’ergastolo
giugno 19
18:43 2017

E’ stato condannato all’ergastolo Giuseppe Pellicanò, il pubblicitario arrestato per aver svitato il tubo del gas della cucina del suo appartamento provocando un’esplosione nella palazzina di via Brioschi a Milano.

Era il giugno 2016 e uccise la sua ex compagna Micaela Masella, la coppia di vicini di casa marchigiani, Chiara Magnamassa e Riccardo Maglianesi, ferendo gravemente le sue due bimbe. Lo ha deciso il gup Chiara Valori nel processo abbreviato. La condanna è per strage e devastazione. Il giudice ha anche disposto la decadenza della patria potestà verso le figlie.

Oltre 2 milioni di euro complessivi di provvisionale ai famigliari delle vittime. Il magistrato è uscito dopo tre ore dalla camera di consiglio. Alle 13,30 ha letto la condanna per Pellicanò e si è riservata 60 giorni per le motivazioni. Il 52enne ha ascoltato la sentenza sembrando impassibile.

Il suo legale farà ora ricorso in appello. Il pm Elio Ramondini durante la sua requisitoria aveva chiesto l’ergastolo.  Soddisfatti i famigliari di Chiara e Riccardo che, tramite i loro legali, avevano portato avanti una battaglia per ottenere giustizia. I loro ragazzi erano stati vittime collaterali di un gesto che mirava a punire Micaela e le sue bambini. La mattina di domenica 12 giugno 2016 alle 8,45 una tremenda esplosione sventrò l’appartamento in cui Giuseppe Pellicanò aveva vissuto con la moglie che poi lo aveva lasciato.  

Il violento scoppio devastò anche la casa vicina in cui vivevano Chiara e Riccardo. Le indagini avevano subito portato al 52enne Pellicanò, fuori di sé dopo la separazione.

Milano – Esplosione di via Brioschi, Pellicanò condannato all’ergastolo - panoramica

Sintesi: Nello scoppio morirono i maceratesi Chiara Magnamassa e Riccardo Maglianesi

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

PicenAmbiente banner 300×90
pubblicità