VeraTV

Ascoli – Compito copiato: non è arrivato dal cellulare della mamma prof

Ascoli – Compito copiato: non è arrivato dal cellulare della mamma prof
giugno 29
12:34 2017
Il compito da copiare è arrivato, via Whatsapp, ma non dal cellulare della mamma prof. L’utenza è quella di un famigliare ma non riconducibile a quella della madre che svolge in ruolo di insegnante nella stessa scuola. 

Sono le prime precisazioni che arrivano sul caso del giovane studente ascolano beccato a copiare il compito di matematica da uno smartphone che gli spuntava dalla tasca dei pantaloni. La commissione lo ha colto sul fatto e ha segnalato tutto all’ispettore ministeriale. Quest’ultimo, senza pensarci troppo, ha bocciato il giovane che, di fatto, non potrà proseguire il suo cammino verso la maturità.

Lunedì scorso, però, in occasione della terza prova, il giovane si è presentato all’ingresso del liceo ascolano con il suo avvocato, chiedendo di partecipare alla prova visto che aveva presentato ricorso al Tar.

Non gli è stato, comunque, permesso l’accesso all’istituto scolastico. Secondo le norme vigenti in materia di pubblici esami, qualora uno studente venga sorpreso con il telefono cellulare mentre svolge gli esami di maturità, è obbligatoria l’esclusione da tutte le prove.

Quando la presidente della commissione d’esame ha ritirato lo smartphone allo studente, sembrerebbe che all’interno ci fosse una foto della traccia della prova che il giovane stava sostenendo. Qualcuno ha pensato che fosse stata la mamma prof ma è difficile dimostrare che sia stata lei visto che il messaggio non è partito dal suo numero di telefono.

Ora tutto è nelle mani del tribunale amministrativo regionale che dovrà esprimersi in tempi brevissimi, visto che gli esami orali sono già cominciati. Qualora fosse accolto il ricorso, quest’ultimo dovrà ripetere da solo la seconda e terza prova e l’esame orale forse a settembre. Nel frattempo l’ufficio scolastico regionale è stato già avvertito della situazione.

Da valutare anche la posizione della madre. Rischia un procedimento disciplinare. Quella del 19enne è stata una leggerezza perché ha la media del 7 e avrebbe lo stesso superato l’esame. 

Condividi su:
Ascoli – Compito copiato: non è arrivato dal cellulare della mamma prof - panoramica

Sintesi: L'utenza intestata ad un famigliare

Articoli simili