VeraTV

Teramo – Aggredirono steward ascolani, Daspo per 6 ultrà biancorossi

Teramo – Aggredirono steward ascolani, Daspo per 6 ultrà biancorossi
agosto 09
16:34 2017
Otto anni senza stadio per tre ultrà del Teramo, cinque anni per altri due e tre per il sesto facinoroso identificato. E’ il pesante conto dei Daspo, i divieti di avvicinamento agli impianti sportivi, emessi dal questore di Teramo nei confronti di sei tifosi biancorossi che lo scorso 28 maggio, al termine della partita dei playout Teramo-Lumezzane, che sancì la salvezza del Teramo in Lega Pro, si erano resi responsabili di gravi atti di violenza nei confronti di quattro stewards a presidio delle uscite della curva. Gli addetti alla sicurezza, di cui due appartenenti alla Top Security Guard residenti nell’Ascolano, e due donne, sarebbero stati aggrediti da alcuni ultras che spazientiti dall’attesa avrebbero anche forzato un cancello. Al termine delle gare casalinghe del Teramo la procedura adottata dalla Questura abruzzese prevedeva che i tifosi locali potessero lasciare lo stadio Bonolis soltanto quando sono usciti tutti tifosi ospiti. Dopo l’identificazione da parte degli agenti della Digos, diretta dal vice questore aggiunto Luca Benedetti, i 6 ultrà (di età compresa tra i 47 e i 22 anni) sono stati puniti dal questore con un provvedimento pesante. Per i tre che dovranno rinunciare alle partite per 8 anni, il provvedimento è stato più grave perché erano già stati raggiunti, in precedenza, da un Daspo. Il sesto dei tifosi puniti dovrà stare lontano dagli impianti sportivi per tre anni: soltanto lui, a differenza degli altri cinque, non dovrà presentarsi presso l’ufficio di polizia in occasione degli incontri ufficiali del Teramo calcio. 
Condividi su:
Teramo – Aggredirono steward ascolani, Daspo per 6 ultrà biancorossi - panoramica

Sintesi: Divieti di ritorno allo stadio fino ad 8 anni

Tags

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

PicenAmbiente banner 300×90
pubblicità