VeraTV

Calcio/Serie B – Cacia: “Qualcuno all’Ascoli non merita di essere chiamato dirigente”

Calcio/Serie B  – Cacia: “Qualcuno all’Ascoli non merita di essere chiamato dirigente”
settembre 16
16:48 2017

Daniele Cacia, dopo la doppietta con cui ha permesso al Cesena di battere 3-1 l’Avellino, torna a parlare della sua difficile estate ad Ascoli ai microfoni di Sky Sport. 

Lo fa chiamando in causa anche l’amico Giorgi e lo fa per ribadire che qualcuno, ad Ascoli, non merita di essere chiamato dirigente. 

"Sono stati due mesi difficili perché, prima di tutto, ci sono le persone. In questi due mesi ad Ascoli la persona è stata messa molto da parte. I giocatori possono anche andar via ma ci sono modi e modi di trattare le persone e modi e modi di far passare un messaggio anche all’esterno. Purtroppo ho avuto a che fare con qualcuno che faccio fatica anche a chiamare dirigente se posso essere sincero, tanto lo sono sempre, lo sapete".

Alla domanda su cosa si fosse rotto ad Ascoli, lo stesso Cacia ha invitato il giornalista a chiederlo ad altro. 

"Questo lo dovete chiedere a qualcuno di lì.  Sono state dette una marea di bugie riguardo a me e Giorgi e, visto che in due anni hanno parlato i fatti e non le chiacchiere, dovreste chiedere a loro se hanno il coraggio di dire se è successo qualcosa, però vi rispondo già io che non è successo niente…"

Condividi su:
Calcio/Serie B – Cacia: “Qualcuno all’Ascoli non merita di essere chiamato dirigente” - panoramica

Sintesi: Il "pomper" racconta il suo calvario sportivo a Sky Sport

Tags

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Elite supermercati banner 300×90
pubblicità