VeraTV

Alba Adriatica – Gabriele Viviani cacciato dal Pd…e ora è guerra interna

Alba Adriatica – Gabriele Viviani cacciato dal Pd…e ora è guerra interna
settembre 20
10:14 2017

E’ guerra aperta, tutta intestina, nel Pd teramano. Gabriele Viviani non è più segretario della sezione del Partito Democratico di Alba Adriatica. E’ stato commissariato e a reggere, per ora, la sezione albese sarà l’assessore regionale Dino Pepe. A defenestrare Viviani è stata lacommissione di garanzia regionale del partito. Motivo? Avrebbe violato il codice etico. Tutta colpa di un post sul tema dell’immigrazione affidato a Fb da Viviani e poi cancellato. “Di democratico questo partito ha ben poco”, si limita a commentare Viviani alla guida di una sezione che, a differenza di altre in giro per il Teramano, vanta ben 4 delegati a livello provinciale e ha un invidiato numero di tesserati. Viviani, per volere della Commissione, è decaduto dunque, è fuori dal Pd, non potrà iscriversi e tantomeno ricandidarsi al congresso di ottobre. Quanto accaduto, dicono i ben informati, segna l’apice di una faida politica interna al partito e che si rifletterà, e non poco, anche su alcuni equilibri regionali. Insomma, alea iacta est. Il dado è tratto. Certo è che il segretario provinciale Gabriele Minosse è fuori di sé. Idem, dicono, il capogruppo in Regione, Sandro Mariani (a cena proprio ieri sera insieme a Viviani al Caprice di Giulianova). Cosa succederà adesso?

Condividi su:
Alba Adriatica – Gabriele Viviani cacciato dal Pd…e ora è guerra interna - panoramica

Sintesi: Per un post su Fb sull'immigrazione e affatto gradito al partito

Tags

Articoli simili

Alba Adriatica – Gabriele Viviani cacciato dal Pd…e ora è guerra interna

Alba Adriatica – Gabriele Viviani cacciato dal Pd…e ora è guerra interna
settembre 20
10:14 2017

E’ guerra aperta, tutta intestina, nel Pd teramano. Gabriele Viviani non è più segretario della sezione del Partito Democratico di Alba Adriatica. E’ stato commissariato e a reggere, per ora, la sezione albese sarà l’assessore regionale Dino Pepe. A defenestrare Viviani è stata lacommissione di garanzia regionale del partito. Motivo? Avrebbe violato il codice etico. Tutta colpa di un post sul tema dell’immigrazione affidato a Fb da Viviani e poi cancellato. “Di democratico questo partito ha ben poco”, si limita a commentare Viviani alla guida di una sezione che, a differenza di altre in giro per il Teramano, vanta ben 4 delegati a livello provinciale e ha un invidiato numero di tesserati. Viviani, per volere della Commissione, è decaduto dunque, è fuori dal Pd, non potrà iscriversi e tantomeno ricandidarsi al congresso di ottobre. Quanto accaduto, dicono i ben informati, segna l’apice di una faida politica interna al partito e che si rifletterà, e non poco, anche su alcuni equilibri regionali. Insomma, alea iacta est. Il dado è tratto. Certo è che il segretario provinciale Gabriele Minosse è fuori di sé. Idem, dicono, il capogruppo in Regione, Sandro Mariani (a cena proprio ieri sera insieme a Viviani al Caprice di Giulianova). Cosa succederà adesso?

Condividi su:
Alba Adriatica – Gabriele Viviani cacciato dal Pd…e ora è guerra interna - panoramica

Sintesi: Per un post su Fb sull'immigrazione e affatto gradito al partito

Tags

Articoli simili