VeraTV

Offida – Furti in casa: un ladro arrestato, due in fuga

Offida – Furti in casa: un ladro arrestato, due in fuga
settembre 28
12:37 2017

Avevano tutto il kit del ladro perfetto. Guanti, abiti di ricambio, piedi di porco e anche una bombola con fiamma ossidrica di quelle per tagliare le casseforti. Insomma una banda di origine partenopea ben attrezzata. Ma il loro piano è sfumato quando nel quartiere Madonnetta di Offida, in  piena notte si sono trovati davanti una pattuglia dei carabinieri. I militari con il maresciallo Carlo Laera, comandante di stazione, stavano perlustrando la zona per i servizi di prevenzione. Alle 3 hanno notato un’auto sospetta intestata a una donna di Napoli. A quel punto si sono appostati e hanno visto tre persone scavalcare la recinzione del civico 87 in via don Milani. Due di loro vistisi braccati si sono dati alla fuga nei campi, il terzo ha provato a salire in auto ma è stato bloccato. Proprio nel portabagagli della Panda i carabinieri hanno trovato un armamentario da scasso non  indifferente. In pochi minuti sono arrivati anche i rinforzi dalla Compagnia di San Benedetto, guidata ora dal tenente Marco Vanni e dal Nor. Sono state battute tutte le campagne e i casolari circostanti, ma dei fuggitivi ancora nessuna traccia. La Panda sequestrata però potrebbe risultare fondamentale per raccogliere impronte e altre tracce che potrebbero far risalire agli altri ladri. Intanto il 30enne napoletano è finito a Marino del Tronto dopo l’arresto in flagranza di reato per tentato furto. Aveva precedenti specifici, ma fortunatamente i carabinieri sono arrivati in tempo.

Condividi su:
Offida – Furti in casa: un ladro arrestato, due in fuga - panoramica

Sintesi: I carabinieri hanno bloccato un 30enne napoletano, palo di una banda esperta

Tags

Articoli simili

Offida – Furti in casa: un ladro arrestato, due in fuga

Offida – Furti in casa: un ladro arrestato, due in fuga
settembre 28
12:37 2017

Avevano tutto il kit del ladro perfetto. Guanti, abiti di ricambio, piedi di porco e anche una bombola con fiamma ossidrica di quelle per tagliare le casseforti. Insomma una banda di origine partenopea ben attrezzata. Ma il loro piano è sfumato quando nel quartiere Madonnetta di Offida, in  piena notte si sono trovati davanti una pattuglia dei carabinieri. I militari con il maresciallo Carlo Laera, comandante di stazione, stavano perlustrando la zona per i servizi di prevenzione. Alle 3 hanno notato un’auto sospetta intestata a una donna di Napoli. A quel punto si sono appostati e hanno visto tre persone scavalcare la recinzione del civico 87 in via don Milani. Due di loro vistisi braccati si sono dati alla fuga nei campi, il terzo ha provato a salire in auto ma è stato bloccato. Proprio nel portabagagli della Panda i carabinieri hanno trovato un armamentario da scasso non  indifferente. In pochi minuti sono arrivati anche i rinforzi dalla Compagnia di San Benedetto, guidata ora dal tenente Marco Vanni e dal Nor. Sono state battute tutte le campagne e i casolari circostanti, ma dei fuggitivi ancora nessuna traccia. La Panda sequestrata però potrebbe risultare fondamentale per raccogliere impronte e altre tracce che potrebbero far risalire agli altri ladri. Intanto il 30enne napoletano è finito a Marino del Tronto dopo l’arresto in flagranza di reato per tentato furto. Aveva precedenti specifici, ma fortunatamente i carabinieri sono arrivati in tempo.

Condividi su:
Offida – Furti in casa: un ladro arrestato, due in fuga - panoramica

Sintesi: I carabinieri hanno bloccato un 30enne napoletano, palo di una banda esperta

Tags

Articoli simili