VeraTV

Terremotato arrestato, viveva in un casolare trasformato in serra di marijuana

Terremotato arrestato, viveva in un casolare trasformato in serra di marijuana
novembre 23
12:52 2017

Ben 500 piante di marijuana per oltre 6,6 Kg sono state sequestrate dalla Finanza di Macerata. Il blitz è stato compiuto nelle campagne del Fermano. Qui sospetti si erano addensati su un casolare abbandonato. I militari delle Fiamme Gialle sospettavano fosse stato trasformato in una serra per la coltivazione dello stupefacente. Dopo una serie di osservazioni e pedinamenti, i finanzieri hanno fatto irruzione nello stabile, rinvenendo una grossa piantagione con tanto di deposito per l’essicazione e la preparazione allo spaccio. Oltre sei i chili di sostanza essiccata già pronta per lo spaccio. Sequestrata anche la sofisticata attrezzatura ed i fertilizzanti utilizzati per la coltivazione della marijuana. Il responsabile dell’illecita attività, sorpreso all’interno del casolare, è stato tratto in arresto e, su disposizione del Magistrato di turno, posto ai domiciliari. Si tratta di un 65enne maceratese e terremotato. L’uomo, a seguito del sisma, si era trasferito nel casolare e lì aveva avviato la sua attività. Nella sua casa è stata anche trovata una pistola scacciacani Beretta, cui era stato tolto il tappo rosso in modo che sembrava fosse vera. Le operazioni sono state svolte con la collaborazione di militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Fermo. I finanzieri sono arrivati alla piantagione grazie a pedinamenti e osservazioni. I risultati dell’operazione sono stati presentati dal colonnello Amedeo Gravina, comandante provinciale delle Fiamme gialle e dal tenente Danilo Torti, che dirige la Compagnia. 

Condividi su:
Terremotato arrestato, viveva in un casolare trasformato in serra di marijuana - panoramica

Sintesi: Il 65enne stanato dalla Finanza di Macerata ma nel Fermano

Articoli simili

Terremotato arrestato, viveva in un casolare trasformato in serra di marijuana

Terremotato arrestato, viveva in un casolare trasformato in serra di marijuana
novembre 23
12:52 2017

Ben 500 piante di marijuana per oltre 6,6 Kg sono state sequestrate dalla Finanza di Macerata. Il blitz è stato compiuto nelle campagne del Fermano. Qui sospetti si erano addensati su un casolare abbandonato. I militari delle Fiamme Gialle sospettavano fosse stato trasformato in una serra per la coltivazione dello stupefacente. Dopo una serie di osservazioni e pedinamenti, i finanzieri hanno fatto irruzione nello stabile, rinvenendo una grossa piantagione con tanto di deposito per l’essicazione e la preparazione allo spaccio. Oltre sei i chili di sostanza essiccata già pronta per lo spaccio. Sequestrata anche la sofisticata attrezzatura ed i fertilizzanti utilizzati per la coltivazione della marijuana. Il responsabile dell’illecita attività, sorpreso all’interno del casolare, è stato tratto in arresto e, su disposizione del Magistrato di turno, posto ai domiciliari. Si tratta di un 65enne maceratese e terremotato. L’uomo, a seguito del sisma, si era trasferito nel casolare e lì aveva avviato la sua attività. Nella sua casa è stata anche trovata una pistola scacciacani Beretta, cui era stato tolto il tappo rosso in modo che sembrava fosse vera. Le operazioni sono state svolte con la collaborazione di militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Fermo. I finanzieri sono arrivati alla piantagione grazie a pedinamenti e osservazioni. I risultati dell’operazione sono stati presentati dal colonnello Amedeo Gravina, comandante provinciale delle Fiamme gialle e dal tenente Danilo Torti, che dirige la Compagnia. 

Condividi su:
Terremotato arrestato, viveva in un casolare trasformato in serra di marijuana - panoramica

Sintesi: Il 65enne stanato dalla Finanza di Macerata ma nel Fermano

Articoli simili

Tercas-notte-musei
pubblicità