VeraTV

Stella di Monsampolo – Straniero dà in escandescenze a messa, preti eroi nel giorno di Natale

Stella di Monsampolo – Straniero dà in escandescenze a messa, preti eroi nel giorno di Natale
dicembre 26
18:04 2017

Preti eroi nel giorno di Natale. Don Paolo Simonetti e Don Bernardo Domizi (in foto) hanno evitato disordini durante la messa serale grazie ad un "lavoro di squadra" degno della migliore "intelligence".

Alla funzione delle 18, nella chiesa di Stella, si è presentato un uomo, straniero, che ha tenuto, per tutto il tempo, strani atteggiamenti. Dopo l’omelia del giovane Don Paolo ha preso la parola e pronunciato frasi prive di logica e senso.

Nessuno ne ha ben compreso il significato. Quindi è passato alle urla e ha riferito al vice parroco di essere "disperato".

Il sacerdote non si è scomposto e, con serafica calma, ha provato a consigliargli di aspettarlo perché avrebbero fatto una chiacchierata al termine della funzione. Un incontro per discutere insieme di cosa lo tormentava.

Il tutto mentre Don Bernardo cercava di continuare con le confessioni sul fondo della chiesa. La funzione è ripresa ma l’uomo ha proseguito con le sue stravaganti gesta.

Prima ha telefonato ad un’altra persona. Quindi ha iniziato a filmare coloro che sedevano davanti e che stavano prendendo parte alla messa. Diceva la canzone dei Queen: "the show must go on" cioè "lo spettacolo deve andare avanti" e né Don Paolo né Don Bernardo, nonostante le ripetute "follie" dell’uomo, si sono fermati. La funzione è stata portata a termine benché il disturbatore abbia anche tentato di rubare l’ostia. Lo straniero, dopo aver filmato la funzione, ha fatto la comunione ma non ha mangiato il corpo di Cristo e se lo stava portando via.

Don Bernardo, che di primavere ne ha 78, ha incrociato lo sguardo di Don Paolo. I due si sono capiti al volo ed il parrocco è uscito, con scatto felino, dal confessionale manco avesse 20 anni. E’ corso dietro allo straniero, che, nel frattempo, si era messo l’ostia in tasca, e gli ha spiegato che quello era il corpo di Gesù.

Ostia recuperata e messa conclusa nonostante il disturbatore. E fedeli stupiti dal sangue freddo dei due preti, capaci di gestire al meglio una situazione davvero delicata e complicata. Specie nell’epoca dell’Isis e degli attentati. 

Stella di Monsampolo – Straniero dà in escandescenze a messa, preti eroi nel giorno di Natale - panoramica

Sintesi: Don Bernardo gli è corso dietro perché aveva rubato l'ostia. Don Paolo lo ha tranquillizzato con incredibile sangue freddo

Tags

Articoli simili

Stella di Monsampolo – Straniero dà in escandescenze a messa, preti eroi nel giorno di Natale

Stella di Monsampolo – Straniero dà in escandescenze a messa, preti eroi nel giorno di Natale
dicembre 26
18:04 2017

Preti eroi nel giorno di Natale. Don Paolo Simonetti e Don Bernardo Domizi (in foto) hanno evitato disordini durante la messa serale grazie ad un "lavoro di squadra" degno della migliore "intelligence".

Alla funzione delle 18, nella chiesa di Stella, si è presentato un uomo, straniero, che ha tenuto, per tutto il tempo, strani atteggiamenti. Dopo l’omelia del giovane Don Paolo ha preso la parola e pronunciato frasi prive di logica e senso.

Nessuno ne ha ben compreso il significato. Quindi è passato alle urla e ha riferito al vice parroco di essere "disperato".

Il sacerdote non si è scomposto e, con serafica calma, ha provato a consigliargli di aspettarlo perché avrebbero fatto una chiacchierata al termine della funzione. Un incontro per discutere insieme di cosa lo tormentava.

Il tutto mentre Don Bernardo cercava di continuare con le confessioni sul fondo della chiesa. La funzione è ripresa ma l’uomo ha proseguito con le sue stravaganti gesta.

Prima ha telefonato ad un’altra persona. Quindi ha iniziato a filmare coloro che sedevano davanti e che stavano prendendo parte alla messa. Diceva la canzone dei Queen: "the show must go on" cioè "lo spettacolo deve andare avanti" e né Don Paolo né Don Bernardo, nonostante le ripetute "follie" dell’uomo, si sono fermati. La funzione è stata portata a termine benché il disturbatore abbia anche tentato di rubare l’ostia. Lo straniero, dopo aver filmato la funzione, ha fatto la comunione ma non ha mangiato il corpo di Cristo e se lo stava portando via.

Don Bernardo, che di primavere ne ha 78, ha incrociato lo sguardo di Don Paolo. I due si sono capiti al volo ed il parrocco è uscito, con scatto felino, dal confessionale manco avesse 20 anni. E’ corso dietro allo straniero, che, nel frattempo, si era messo l’ostia in tasca, e gli ha spiegato che quello era il corpo di Gesù.

Ostia recuperata e messa conclusa nonostante il disturbatore. E fedeli stupiti dal sangue freddo dei due preti, capaci di gestire al meglio una situazione davvero delicata e complicata. Specie nell’epoca dell’Isis e degli attentati. 

Stella di Monsampolo – Straniero dà in escandescenze a messa, preti eroi nel giorno di Natale - panoramica

Sintesi: Don Bernardo gli è corso dietro perché aveva rubato l'ostia. Don Paolo lo ha tranquillizzato con incredibile sangue freddo

Tags

Articoli simili

Banner 300×250 Zibaldo.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Nepi banner 300×90
pubblicità