VeraTV

Omicidio di Pollenza – Fermato un nigeriano per la morte di Pamela

Omicidio di Pollenza – Fermato un nigeriano per la morte di Pamela
febbraio 01
11:43 2018

I carabinieri lo hanno trattenuto tutta la notte. Il nigeriano è stato fermato ieri sera a Macerata per l’omicidio di Pamela Mastropietro, la 18enne romana scomparsa il 29 gennaio da Corridonia. Il corpo smembrato della giovane è stato trovato chiuso in due trolley nelle campagne di Pollenza. In nottata gli investigatori hanno effettuato varie perquisizioni, una in un condominio in via Spalato, dove probabilmente abita il fermato e dove sono stati sentiti alcuni inquilini ad un appartamento sono stati apposti i sigilli e vi saranno effettuati ulteriori rilievi. Perquisita anche un’altra abitazione in via dei Velini, dove vivono due giovani stranieri, anche loro interrogati a lungo. Oggi Alessandra Verni, a madre di Pamela dovrà procedere al riconoscimento formale del corpo della ragazza, che era ospite da vari mesi della comunità di recupero Pars di Corridonia "come ex tossicodipendente" hanno fatto sapere in nottata alcuni operatori, spiegando che il suo "non era tra i casi peggiori" e che la giovane prendeva anche lezioni di musica. Lunedì si era allontanata volontariamente dalla comunità, pare dopo un contrasto con qualcuno dello staff, tirandosi dietro un grosso trolley, che dovrebbe essere uno dei due in cui è stato trovato il suo corpo fatto a pezzi. Di lei, che si trovava in una situazione di fragilità, si sono perse le tracce: "ha incontrato l’uomo nero" dicono in comunità. E’ però rispuntata nelle immagini (sembra registrate il 30 gennaio) di un sistema di videosorveglianza nei pressi di una farmacia, sempre in via Spalato, seguita insistentemente dall’uomo che poi è stato rintracciato e fermato. Si tratta di un trentenne già noto alle forze di polizia per problemi di droga. 

Condividi su:
Omicidio di Pollenza – Fermato un nigeriano per la morte di Pamela - panoramica

Sintesi: Perquisite abitazioni a Macerata

Tags

Articoli simili

Omicidio di Pollenza – Fermato un nigeriano per la morte di Pamela

Omicidio di Pollenza – Fermato un nigeriano per la morte di Pamela
febbraio 01
11:43 2018

I carabinieri lo hanno trattenuto tutta la notte. Il nigeriano è stato fermato ieri sera a Macerata per l’omicidio di Pamela Mastropietro, la 18enne romana scomparsa il 29 gennaio da Corridonia. Il corpo smembrato della giovane è stato trovato chiuso in due trolley nelle campagne di Pollenza. In nottata gli investigatori hanno effettuato varie perquisizioni, una in un condominio in via Spalato, dove probabilmente abita il fermato e dove sono stati sentiti alcuni inquilini ad un appartamento sono stati apposti i sigilli e vi saranno effettuati ulteriori rilievi. Perquisita anche un’altra abitazione in via dei Velini, dove vivono due giovani stranieri, anche loro interrogati a lungo. Oggi Alessandra Verni, a madre di Pamela dovrà procedere al riconoscimento formale del corpo della ragazza, che era ospite da vari mesi della comunità di recupero Pars di Corridonia "come ex tossicodipendente" hanno fatto sapere in nottata alcuni operatori, spiegando che il suo "non era tra i casi peggiori" e che la giovane prendeva anche lezioni di musica. Lunedì si era allontanata volontariamente dalla comunità, pare dopo un contrasto con qualcuno dello staff, tirandosi dietro un grosso trolley, che dovrebbe essere uno dei due in cui è stato trovato il suo corpo fatto a pezzi. Di lei, che si trovava in una situazione di fragilità, si sono perse le tracce: "ha incontrato l’uomo nero" dicono in comunità. E’ però rispuntata nelle immagini (sembra registrate il 30 gennaio) di un sistema di videosorveglianza nei pressi di una farmacia, sempre in via Spalato, seguita insistentemente dall’uomo che poi è stato rintracciato e fermato. Si tratta di un trentenne già noto alle forze di polizia per problemi di droga. 

Condividi su:
Omicidio di Pollenza – Fermato un nigeriano per la morte di Pamela - panoramica

Sintesi: Perquisite abitazioni a Macerata

Tags

Articoli simili