VeraTV

Omicidio Rapposelli – “I Santoleri socialmente pericolosi”

Omicidio Rapposelli – “I Santoleri socialmente pericolosi”
marzo 07
10:42 2018

L’arresto dei Santoleri si regge su un caposaldo: la bugia raccontata dall’ex marito di Renata Rapposelli. Giuseppe ha, infatti, affermato di aver accompagnato la donna a Loreto. E per il giudice, che condivide l’assunto del pm, le esigenze di custodia cautelare si ravvisano nel pericolo di inquinamento probatorio. In primis perché Giuseppe, assieme al figlio Simone, aveva intimorito due donne per non farle testimoniare in merito alla scomparsa di Reny.  Ma cruciale è un’altra prova che si voleva cancellare: l’auto. Simone aveva palesato la volontà di rottamare la Fiat 600. Secondo il magistrato per evitare eventuali comparazioni compromettenti. E poi il giudice sottolinea la pericolosità sociale dei due che avrebbero agito con scaltrezza e programmato una versione per allontanare da loro i sospetti. Senza contare il carattere irascibile e violento di Simone, con alle spalle già una condanna per violazione di domicilio e danneggiamento seguito da incendio. Comportamento violento confermato anche dalle dichiarazioni della sorella che, ascoltata, ha riferito – scrive il giudice – di un tentativo di avvelenamento posto in essere da Simone nei confronti della madre.

 

 

Condividi su:
Omicidio Rapposelli – “I Santoleri socialmente pericolosi” - panoramica

Sintesi: Simone aveva già cercato di avvelenare la madre

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Banner 300×250 Zibaldo.it
Elite supermercati banner 300×90
pubblicità